Domani alle ore 21.05, la Juventus scenderà in campo allo Stade de Gerland contro i francesi dell’Olympique Lione per la gara di andata dei quarti di finale di Europa League.

Domenica scorsa i bianconeri sono stati sconfitti dal Napoli al San Paolo in campionato. Questa batosta ha manifestato un certo appannamento che pareva ormai latente nella truppa di Conte. Le ultime vittorie juventine, in campionato e in Europa League, sono giunte soprattutto grazie a prodezze dei suoi campioni.

Le tante sfide giocate e i vari infortuni, sicuramente hanno pesato sull’ultimo periodo di stagione. Il tecnico salentino ci tiene comunque a precisare che una certa stanchezza può essere fisiologica, ma dal punto di vista atletico non ci sono grandi apprensioni. Le sue parole sono rassicuranti così come quelle di Marchisio ‘domani si parte per Lione, dove bisogna fare una grande prestazione, cancellare dalla testa la prestazioni di Napoli e tornare a fare ciò che ci viene meglio…VINCERE!’.  La speranza dei tifosi della Vecchia Signora è che a tutto ciò seguano i fatti.

Tabelle alla mano si può notare come le squadre di Conte vivano un aprile fantascientifico. Già da quando allenava il Bari e il Siena, in questo periodo dell’anno le compagini raccoglievano punti fondamentali per la promozione in serie A. Questo è accaduto anche alla Juventus, che nelle due scorse annate si è resa protagonista di trenta giorni da sogno. Nel 2011/2012 ha rimontato e superato il Milan. Nel 2012/2013 ha sempre vinto cavalcando verso lo scudetto.

Aprile inizia proprio dalla trasferta di Europa League a Lione. Non si può dire che i transalpini stiano vivendo il miglior momento della loro storia. Non sono certamente la stessa squadra che è stata in grado di conquistare 7 campionati francesi consecutivi, ma la Juventus sa di non doverli sottovalutare. Hanno un discreto passato europeo a livello di Champions League. Nel 2009/2010 sono stati eliminati in semifinale dal Bayern Monaco. Il loro attacco, composto da Gomis e Lacazette (che in un intervista esclusiva a Tuttosport alla domanda ‘le piacerebbe giocare alla Juve?‘ risponde ‘sarei un bugiardo a dire no‘), è di tutto rispetto. Specialmente il secondo (classe 1991) è un giocatore interessante e particolarmente pericoloso.  Qualche difficoltà maggiore la denotano in fase difensiva. Giungono da una sconfitta interna, in Ligue 1, nel derby del Rodano contro il Saint Etienne. Questa caduta è stata molto fastidiosa per gli uomini di Garde. Il loro capitano, Gonalons (vicino al Napoli nella scorsa sessione di calciomercato) afferma in una intervista rilasciata a Tuttosport ‘perdere con il Saint Etienne fa male, tanto male a noi lionesi’. Con ogni probabilità nel match di domani dovranno rinunciare ad assenze importanti, ma credono fermamente nella qualificazione. Sempre Gonalons afferma ‘di certo però noi aspiriamo a centrare la semifinale’.

Questo traguardo lo vorrà raggiungere anche la Vecchia Signora. Dopo la sconfitta contro il Napoli i bianconeri avranno qualche pensiero in più anche riguardo al campionato, primo obiettivo stagionale, anche se il distacco dalla Roma in classifica pare rassicurante nonostante i giallorossi debbano recuperare i minuti mancanti della gara contro il Parma. L’Europa League non avrà il valore e i lustrini della Champions, ma fornisce la possibilità di fare esperienza internazionale, di conquistare un prestigioso trofeo  e di disputare la finale di Supercoppa Europea. Tutto ciò senza scordarsi che l’ultimo atto dell’Europa League si disputerà proprio allo Juventus Stadium il prossimo 14 maggio. Certamente un grande stimolo per i bianconeri che dovrebbero poter contare sula presenza in campo di Carlitos Tevez. L’Apache che tanto vorrebbe sbloccarsi in una competizione europea dopo quasi 5 anni di astinenza.

notizia sull’ipotesi del clamoroso scambio Pogba-Cavani