La Juventus perde 1-0 contro i greci dell’Olympiacos e torna a Torino con tanta amarezza, visto come sono andate le cose in campo. Allegri schiera sin da subito Andrea Pirlo (preferendolo a Marchisio) che purtroppo si rileva uno dei peggiori in campo (qui le pagelle dei bianconeri). Nel primo tempo la maggior parte delle palle perse arrivano proprio da centrocampo e infatti al 35′ il gol del vantaggio dei padroni di casa, segnato da Kasami, giunge proprio da errore iniziale di Pirlo.

La Juve fatica a trovare spazi, anche se per larga parte del primo tempo la partita è equilibrata e le due squadre riescono ad avere entrambe delle belle occasioni per andare al gol; i suoi uomini migliori “steccano”, soprattutto Pirlo – che non era stato brillantissimo neppure contro il Sassuolo – e soprattutto un giocatore fondamentale su cui i bianconeri possono contare quasi sempre in genere, Tevez. I bianconeri diventano pericolosi nel gioco aereo, l’unico con cui riescono a mettere in difficoltà l’Olympiacos, che per il resto chiude bene gli spazi ed è ben schierato in campo.

Per il resto, sia nel primo sia nel secondo tempo, la squadra colleziona una lunga serie di errori tecnici, fatica a costruire il gioco; la Juve appare priva di idee in mezzo al campo, mostra poca qualità e i suoi giocatori sembrano completamenti scollegati uno dall’altro. Nel secondo tempo arrivano però le occasioni migliori per andare a segno e se non ci si fosse messa di mezzo anche la sfortuna, almeno il pareggio non sarebbe stato così difficile da agguantare.

L’Olympiacos è parso più compatto, più preciso, ha sofferto raramente nei minuti di gioco e ha potuto contare su un Dominguez in splendida forma. Con l’Atletico Madrid che ha battuto 5-0 il Malmo, la qualificazione della Juve alla fase successiva si complica. Allegri e i suoi non potranno compiere altri passi falsi.

(photo credit by: Infophoto)