SOCHI – Scelta perfetta del Coni. Sarà Armin Zoeggeler il portabandiera italiano alle prossime Olimpiadi invernali di Sochi 2014. Lo ha annunciato il presidente  Giovanni Malagò al termine della riunione della Giunta del nostro comitato olimpico.

L’olimpionico, nato a Merano il 4 gennaio 1974, sarà il 20° alfiere azzurro ai Giochi Invernali (su 22 edizioni), il terzo slittinista dopo Paul Hildgatner (1984 e 1988) e Gerda Weissensteiner (1998). Zoeggeler vanta un prestigioso record: è uno dei tre atleti al mondo (insieme al collega tedesco Georg Hackl e alla pattinatrice tedesca Claudia Pechstein), l’unico però ancora in attività, ad aver vinto medaglie in cinque edizioni olimpiche consecutive e precisamente 2 ori (2002 Salt Lake City, 2006 Torino), 1 argento (1998 Nagano) e 2 bronzi (1994 Lillehammer, 2010 Vancouver).

Armin, maresciallo dei carabinieri, sposato con Monika e papà di due figli, Nina e Thomas, con un podio a Sochi diventerebbe quindi il recordman assoluto di tutti i tempi. E’ stato ribattezzato il “Cannibale” per l’incredibile palmares, nel quale annovera anche sei titoli mondiali (oltre a tre argenti e un bronzo), due Europei (con due argenti e tre bronzi) e dieci Coppe del Mondo, manifestazione in cui ha collezionato complessivamente 99 podi.

Zoeggeler quindi guiderà la sfilata dell’Italia alla Cerimonia d’Apertura di Sochi in programma venerdì 7 febbraio 2014 con inizio alle ore 20 (le 17 in Italia). Lo slittinista azzurro era già stato portabandiera in occasione della Cerimonia di Chiusura dei Giochi Olimpici di Torino 2006.

Foto InfoPhoto