Cracovia, Oslo, Almaty, Lviv e Pechino: queste le cinque città che hanno presentato al Cio la candidatura per i Giochi olimpici invernali del 2022. Entro oggi le città interessate dovevano presentare una prima relazione con una descrizione generale della città, la loro idea di Olimpiadi e una scheda tecnica iniziale dell’offerta. Soltanto dopo l’analisi di questi report da parte del Comitato olimpico internazionale arriverà un primo via libera e le città potranno considerarsi ammesse e dunque ufficialmente candidate.

Sulle lavagne estere, riferisce Agipronews, Oslo è pronta a ripetersi dopo l’edizione del 1952, dopo aver ospitato i Mondiali di sci nordico del 2011 e in vista di quelli di biathlon del 2016. La città norvegese è avanti sulla lavagna di Paddy Power, a 3,50 mentre Almaty (Kazakistan), già candidata per l’edizione 2014, e Pechino, sede Giochi estivi del 2008, sono a 4,00. Più lontana Cracovia, bancata a 7,00, mentre la città ucraina di Lviv chiude il tabellone a 9 volte la posta.

Olimpiadi 2020: sarà Tokyo a ospitare i XXXII Giochi Olimpici

World Cup 2022: svelato il progetto dello stadio di Zaha Hadid

Mondiali 2022 Qatar: il Comitato organizzatore ‘Pronti a giocare in inverno’