Al momento, nessuno sa cosa deciderà di fare il sindaco di Roma, Virginia Raggi, a proposito della candidatura della capitale per le Olimpiadi 2024. Indiscrezioni che circolano da qualche giorno vogliono il sindaco pentastellato orientato verso il clamoroso ritiro della candidatura, addirittura c’è chi parla di decisione già presa, anche se il Coni ancora si dice fiducioso. In ogni caso, in attesa che la Raggi, Grillo e la base si mettano d’accordo, secondo il Messaggero il governo sarebbe pronto a sfoderare il proprio asso nella manica: se Roma dovesse ritirare la propria candidatura, l’Italia punterà forte su Milano.

Niente Piano B, dunque: il governo non ha intenzione di aggirare il no della giunta Raggi, nominando un commissario che in nome dell’interesse nazionale confermi la candidatura di Roma al posto del Campidoglio; se Roma zoppica, il governo cambierà cavallo in corsa. Una staffetta quasi naturale, quella tra le due città più importanti del paese, che tuttavia non andrà a riguardare i Giochi del 2014.

Manca poco più di un anno alla decisione del Cio, che verrà annunciata nel settembre 2017, e le candidature per quella edizione sono già chiuse. Se Roma si chiamerà fuori, Milano prenderà il suo posto, ma solo in vista dei Giochi del 2028 o del 2032, più probabilmente, quelli del 2032. Com’è noto, infatti, l’assegnazione delle Olimpiadi si fonda sul principio dell’alternanza continentale: 2016 nelle Americhe, 2020 in Asia, 2024 probabilmente in Europa (la favorita è Parigi). Dunque, in caso di vittoria di Parigi, l’edizione del 2028 non si terrà certamente nel Vecchio Continente e Milano sarà costretta ad aspettare quella del 2032. Il tempo non stringe, insomma.

C’è anche l’ipotesi che la mossa del governo di puntare sulla più che disponibile Milano sia un tentativo estremo di far leva sul sindaco Raggi e spingerla a rivedere la sua posizione. Ma, come sottolinea il Messaggero, fonti governative confermano che la linea dura è sincera: nessun tentativo di persuasione, l’opzione-Milano è assolutamente realistica.