Roma potrebbe essere la città italiana candidata per ospitare le Olimpiadi estive del 2024. Ad annunciare questa intenzione è stato il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, intervenuto telefonicamente a una trasmissione radiofonica.

Rispondendo a una domanda posta dal conduttore, il premier è parso molto ottimista sulla riuscita del progetto, dichiarando senza mezzi termini: “Non c’è alcun progetto troppo grande per l’Italia, semmai, talvolta, sono i nostri sogni ad essersi rimpiccioliti. Nei prossimi mesi ho da sistemare un po’ di cose, ma se riusciamo a fare la riforma del fisco e della pubblica amministrazione le Olimpiadi le facciamo sotto gamba, non preoccupatevi”.

La candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024 potrebbe avvenire dopo la rinuncia di due anni fa, quando l’allora Presidente del Consiglio Mario Monti spense gli entusiasmi di una parte delle istituzioni politiche e sportive prendendo la decisione di non fa correre la capitale per avere i Giochi Olimpici del 2020, ritenute una spesa insostenibile per un paese in crisi come l’Italia.

Adesso la situazione potrebbe essere diversa, almeno nelle valutazioni fatte a Palazzo Chigi, tanto che il 15 dicembre è in programma un incontro tra esponenti del Governo e il presidente del Coni, Giovanni Malagò, con il quale ci si dovrà confrontare per mettere a punto il piano che potrebbe portare la Capitale a correre per un evento dall’enorme richiamo mediatico, ma capace di sottoporre chi lo ospita a sforzi organizzativi di elevata complessità.

Fin dai primi momenti seguiti all’annuncio di Renzi, non sono tardate le polemiche politiche ad opera della Lega Nord, ma se il progetto di candidatura dovesse andare in porto Roma si troverebbe a fronteggiare la concorrenza di città come Los Angeles, San Francisco, Washington, Boston, San Pietroburgo, Instanbul, Berlino, Amburgo, Casablanca, Doha, Nairobi e Durban, mentre è in forse la candidatura di Parigi.

Le linee guida verranno comunicate da CIO tra poche settimane, mentre le candidature ufficiali dovranno essere presentate il 2015. L’assegnazione verrà effettuata nel 2017 e solo allora si saprà se Roma 1960 continuerà ad essere l’unica Olimpiade disputata nella Città Eterna o se nel 2024 l’Italia tornerà ad ospitare uno dei più grandi eventi del panorama sportivo internazionale.