Non siamo all’ultima chiamata, ma poco ci manca. Questa sera al Forum l’EA7 affronta il Cedevita Zagabria per la settima giornata del gruppo di C di Eurolega, in quello che assomiglia maledettamente a uno spareggio dentro-o-fuori. Appaiate al quarto posto con 2 vittorie e 4 sconfitte a testa, le due squadre hanno entrambe l’obbligo di vincere per continuare a sperare nella qualificazione alle Top 16, che, altrimenti, si farebbe tremendamente complicata.

All’andata non ci fu quasi partita, con la netta vittoria di Langford e compagni per 83-71, ma da allora le cose sono cambiate: l’Olimpia si è infilata in un tunnel di quattro kappaò consecutivi in Eurolega che ne hanno compromesso il cammino, e soprattutto è finita vittima di una sorta di maledizione da Forum, dove non vince da un mese esatto. La panchina di Scariolo ha iniziato a scricchiolare, anche a causa di qualche voce a proposito di uno spogliatoio non esattamente compatto attorno a lui, e gli infortuni hanno fatto il resto. Nelle ultime due uscite, se non altro, sembra essersi assestata la difesa, il vero tallone d’Achille biancorosso in questo primo frangente di stagione.

A proposito di infortuni, anche questa sera le rotazioni saranno necessariamente ridotte: Gentile non ha recuperato dall’infortunio alla caviglia rimediato in Turchia, Bourousis ha solo pochi minuti nelle gambe e anche Omar Cook rimarrà in dubbio fino all’ultimo, causa influenza.

Domani sera sarà la volta di Cantù e Siena, coi brianzoli (ultimi nel girone A) a giocarsi il tutto per tutto in casa contro il Panathinaikos e i campioni d’Italia che difenderanno la loro terza posizione nel girone B contro la capolista Maccabi Electra.