Oggi alle ore 18.00 italliane, all’Estadio Castelao di Fortaleza, l’Olanda (15esima nel ranking Fifa) sfiderà il Messico (20esimo nel ranking Fifa) in una gara valida per gli ottavi di finale dei Mondiali 2014. Chi vincerà affronterà la squadra che avrà la meglio nel match tra Costa Rica e Grecia.

Tra gli Oranje e il Messico esistono 4 precedenti. Il bilancio è favorevole agli olandesi con 3 vittorie, un pareggio e nemmeno una sconfitta. L’unica occasione in cui queste nazionali si sono affrontate ai Mondiali risale all’edizione francese del 1992. La gara terminò 2-1. Andarono a segno Cocu (Olanda), de Boer (Olanda), Pelaez (Messico), Suarez (Messico). L’ultimo confronto testa a testa tra le due squadre è del 2010. In quel caso vinse l’Olanda 2-1. Entrambi i centri arancioni portano la firma di Van Persie, per il Messico segnò El Chicarito Hernandez.

L’Olanda arriva a questa gara dopo aver vinto il girone della morte che comprendeva anche Cile (qualificato come secondo), Spagna e Australia. La nazionale di Van Gaal ha sempre vinto procedendo con un fantastico cammino. Rimarrà nella storia il 5-1 rifilato alle Furie Rosse nel primo turno. Gli Oranje hanno incontrato qualche difficoltà inaspettata contro l’Australia comunque superata 3-2. Nell’ultimo turno hanno sconfitto 2-0 il Cile. Si sono rivelati una squadra molto competiviva e paiono avere un gruppo e uno spogliatoio uniti. Il Messico, invece, ha chiuso secondo nel Gruppo A che vedeva al suo interno anche Brasile (qualificato come primo), Croazia e Camerun. Dopo la vittoria 1-0 contro il Camerun, i centroamericani hanno fermato i verdeoro sullo 0-0 e vinto 3-1 contro gli europei. Fino ad ora si sono dimostrati compagine davvero coriacea.

Van Gaal, che deve rinunciare all’indisponibile Fer, dovrebbe schierare l’Olanda con il 5-3-2. Il milanista De Jong e l’ex interista Sneijder potrebbero trovare spazio a centrocampo. Torna da un turno di squalifica Van Persie che compone un tandem d’attacco fortissimo con Robben. Non si esclude l’utilizzo del 4-3-3. Herrera dovrebbe rispondere con il 5-3-2. Il ribelle El Chicarito Hernandez dovrebbe partire dalla panchina. In attacco dovrebbe agire la coppia composta da Peralta e Giovani dos Santos. Non si esclude l’utilizzo del 3-5-2. Dirigerà la gara il portoghese Proenca.

Olanda (5-3-2): Cillesen, Verhaegh, Vlaar, De Vrij, Blind, Kuyt, Wijnaldum, Sneijder, De Jong, Robben, Van Persie. All Van Gaal

Messico (5-3-2): Ochoa, Aguilar, Rodriguez, Rafael Marquez, H. Moreno, Layun, H. Herrera, Fabian, Guardado, Giovani dos Santos, Peralta. All Herrera

LEGGI ANCHE:

Notizie di calciomercato della Juventus

[polldaddy poll="8113584"]