Il progetto del nuovo stadio della Roma non smette di creare polemiche. Dopo il No del Campidoglio, l’intervento di Spalletti (“Famo ‘sto stadio), l’invito del Sindaco Virginia Raggi ad un incontro con Francesco Totti in Comune per parlare del delicato tema, oggi si è registrato l’attacco dell’assessore all’Urbanistica del Campidoglio, Paolo Berdini, nei confronti dell’imprenditore Liuca Pernasi.

“Che facciamo? Diamo le chiavi della città ad un privato?” le parole di Berdini nel corso della commissione parlamentare Periferie “Parnasi insieme alla costruzione dello stadio vuole un regalo da 600mila metri cubi. L’ho ripetuto più e più volte, io sono contro questo gioco alla roulette, non contro lo stadio”.

E ancora: “Parnasi è lo stesso che blocca la filovia sulla Laurentina, ora ci costringe a fare un ponte, una metropolitana che non si può costruire. Chi ha scelto quell’area? Chi ha deciso che quella zona ha bisogno di un investimento pubblico? Lo ha fatto un privato. Cosa vogliamo fare, dare Roma in mano ai privati?”.

“Per me” ha dichiarato ancora Berdini “Lo stadio si deve fare. Ma si deve fare all’interno delle regole, altrimenti diventa una jungla dove vale tutto”.

Sul caso è intervenuto anche il presidente della Figc, Carlo Tavecchio. “Io spero che alla fine tutto si aggiusti, un nuovo stadio a Roma accresce il valore di tutto il calcio italiano. Pallotta è pronto ad effettuare un investimento importante”.

Intanto, filtra moderato ottimismo dalla Regione. “Attualmente c’è un parere non favorevole da parte del Comune”, le parole di Michele Civita “ma non tutto è chiuso, ci sono margini affinché il progetto abbia il via libera”.