Apertura con il botto nella prima giornata di Finali agli Assoluti Primaverili 2015 di nuoto nella consueta ‘location’ di Riccione. Simone Sabbioni, 19 anni, riscrive la storia dei 100 dorso nuotando in 53”49 al termine di una gara di elevato contenuto tecnico (assoluto), e strappa il record italiano a Mirco Di Tora, che lo deteneva, con i costumi ‘gommati’, dal 27 luglio 2009. E’ anche il sesto crono mondiale stagionale, per ora, quindi un tempo di tutto rispetto anche a livello assoluto. Per Simone, qualifica centrata in vista della rassegna iridata di agosto in Russia.

PELLEGRINI

Non è ancora certo al 100%, ma è molto probabile e lei stessa lo ha lasciato intendere in mattinata, durante le batterie. Federica Pellegrini potrebbe aver nuotato l’ultima gara della sua lunga e gloriosa carriera sui 400sl: certo, non sarebbe una conclusione da ricordare per chi su questa distanza ha vinto due ori mondiali e detenuto a lungo il record del mondo, scendendo per la prima volta sotto la barriera dei 4′. Federica ha chiuso terza in una gara di alto livello per l’Italia, battuta da Alice Mizzau (4’06”22, pass centrato per i Mondiali di Kazan e primato personale), prima, e da Diletta Carli, seconda con un finale spaventoso.

ALTRI

Di Lecce supera Scozzoli nel 50 rana nuotando in 27”75, Margherita Panziera vince i 100 dorso femminili in 1’00”83, ma per entrambi non arriva il pass mondiale. Per ora. Gregorio Paltrinieri si impone negli 800sl (Gabriele Detti assente) con il tempo di 7’50”43. Buona gara di Marco Orsi sui 100 stile libero: 48”50 (quinto tempo mondiale stagionale) e biglietto per i Mondiali di Kazan conquistato. Secondo Magnini in 48”79, terzo Dotto in 49”09. Sesto il bronzo europeo Leonardi.