HERNING (Danimarca) - Trentatrè azzurri a caccia di medaglie da questo pomeriggio a Herning, in Danimarca, nella 17a edizione dei Campionati Europei in vasca corta, da 25m. Una manifestazione “esplosa” sul finire degli anni ’90, nel senso che vede ormai in acqua tutti i protagonisti più improtanti, o quasi, mentre all’inizio della stessa decade  venive invece denominata semplicemente “Campionati Sprint”. Oggi è diverso, anche per l’Italia, che dal 2000 in poi ha fatto incetta di medaglie pur non avendo, in linea generale, caratteristiche perfette, nei suoi atleti, per una vasca così corta rispetto ai 50m abituali. Onde, virate e subacquee qui la fan da padrone.

Le gare si svolgeranno presso la Jyske Bank BOXEN di Herning, con una capacità di 12.500 spettatori, dove è stata installata (da un’azienda italiana…) una piscina removibile a 10 corsie. Otto le sessioni, da giovedì 12 dicembre (oggi) a domenica 15: le batterie inizieranno alle 9.30, ad eccezione della prima giornata che prenderà il via alle 9.00; le semifinali e finali si nuoteranno dalle 16.30 (diretta tv su RaiSport 1&2 e su Eurosport1). Ogni Nazione potrà schierare 4 atleti nelle eliminatorie, ma solo i migliori due proseguiranno il cammino.

Orfana di Fabio Scozzoli (crociato anteriore ginocchio sinistro) e Giorgetti (ko due giorni fa per una frattura alla mano), senza capitan Di Tora (e quindi senza capitano, non eletto per soli 4 giorni di gare), la formazione italiana parte con ottime ambizioni, forte delle “punte” del movimento attuale, ovvero Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri, Ilaria Bianchi e Matteo Rivolta, che nel corso dei primi meeting invernali ha abbattuto per ben 4 volte il primato italiano dei 50 farfalla, in vasca da 25m. Paltrinieri&Pellegrini, reduci da un favoloso Mondiale in lunga a Barcellona, la scorsa estate, si sono ributtati in acqua con grandissimo entusiasmo: il primo, subito dopo la rassegna iridata, è andato a vincere due tappe di Coppa del Mondo in vasca da 25m, a Eindhoven e Mosca, sempre sui 1500sl, specialità nella quale non scende più sul podio e sempre sulla stesa distanza è campione europeo e mondiale in carica, in corta; la seconda, con nuovo look dai capelli più lunghi (come due lustri fa), che proprio agli Europei in Corta, nel 2006, ottenne il suo primo successo importantei sui 200sl, nei primi meeting cui ha partecipato ha subito stampato due record italiani di notevole prestigio, 100sl (suo antico amore) e 200 dorso. E’ stata colpita, ahinoi, dal classico “colpo della strega” giusto una settimana fa, ma se la schiena appunto regge, la condizione dovrebbe essere buona. Certo, le finali di 200sl e 200 dorso sono in programma entrambe nelal giornata conclusiva, domenica, a distanza di pochi minuti una dall’altra. E bisognerà vedere cosa avrà deciso di fare sui 400sl, che comunque tornerà a breve a disputare in gara. Di certo c’è che ha ricominciato a nuotare almeno 8km al giorno e che da gennaio raddoppierà, come minimo, il carico di lavoro. Insomma, è ufficialmente partita la sua preparazione per i Giochi di Rio 2016!

Ilaria Bianchi, come purtroppo lo sfortunato Fabio Scozzoli, si era subito riscattata dai deludenti mondiali catalani, facendo registrare ottime prestazioni dai 50 ai 200 farfalla tra Coppa del Mondo e meeting vari e deve difendere l’oro di Chartres 2012 sui 100. Nella rana attenzione al debuttante Francesco Di Lecce, mentre si attendono grandi cose da Mizzau, Mitchell d’Arrigo (che sta facendo faville in America con i Florida Gators, per cui è tesserato), Orsi, Turrini, Carli, Fissneider e una ritrovata (si dice) Polieri, comunque sul podio un anno fa, come Pirozzi.

Così il direttore tecnico, Cesare Butini, alla vigilia: “L’obiettivo è partecipare al maggior numero di finali possibile e registrare miglioramenti cronometrici. L’assenza forzata di Fabio Scozzoli inciderà nel medagliere sia nelle gare individuali sia di staffetta, ma proveremo a ben figurare in una competizione che raccoglierà il top d’Europa. Agli atleti più rappresentativi come Federica Pellegrini, Ilaria Bianchi, Gregorio Paltrinieri, Luca Dotto, Marco Orsi, Federico Turrini e Matteo Rivolta – dal quale ci aspettiamo una conferma nell’elite europeo – chiediamo performances di rilievo e spinta per i più giovani come Stefania Pirozzi, Alessia Polieri, Andrea Mitchell D’Arrigo, Gabriele Detti – già medagliati lo scorso anno – e Martina De Memme ed Alice Mizzau, a cui chiediamo di confermare il trend di crescita. Parteciperemo a tutto il programma comprese le sei staffette con uno sguardo particolare alla speciale classifica per Nazionali che nelle ultime due edizioni ci ha visto protagonisti“.

Gli avversari, che dal Mondiale di Barcellona a oggi hanno fatto già cadere numerosi record del mondo in vasca corta, soprattutto la velocista olandese Ranomi Kromowidjodjo, le ranise Efimova (Russia) e Meylutyte (Lituania) e l’eclettica spagnola Mireia Belmonte Garcia, non mancano di certo, basti pensare che i seguenti nomi saranno tutti presenti in vasca:

  • Herasimenia
  • Friis
  • Ottesen Gray 
  • Joensen 
  • Balmy
  • Gilot
  • Lacourt
  • Muffat
  • Stravius
  • Steffen Deibler
  • Halsall
  • Jamieson
  • Miley
  • Cseh
  • Gyurta
  • Hosszy
  • Meylutyte
  • Kromowisjodjo
  • Dekker
  • Efimova
  • Izotov
  • Korotyskyn
  • Morozov
  • Belmonte Garcia
  • Sjoestroem

LA SQUADRA NAZIONALE ITALIANA (33 ATLETI – 19 UOMINI E 14 DONNE)

Atleti (19)
Piero Codia (Esercito/CC Aniene)
Gabriele Detti (Esercito/Team Lombardia MGM)
Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto)
Luca Leonardi (Fiamme Oro)
Filippo Magnini (Team Lombardia MGM)
Marco Orsi (Fiamme Oro/Uisp Bologna)
Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro)
Mattia Pesce (Fiamme Oro/Forum SC)
Matteo Rivolta (Team Insubrika)
Federico Turrini (Esercito/Nuoto Livorno)
Luca Mencarini (CC Aniene)
Niccolò Bonacchi (Esercito/Nuotatori Pistoiesi)
Stefano Mauro Pizzamiglio (Fiamme Oro)
Fabio Laugeni (Fiamme Gialle/Larus Nuoto)
Andrea Mitchell D’Arrigo (Aurelia Nuoto)
Andrea Toniato (Fiamme Gialle/Team Veneto)
Federico Bocchia (Esercito/Parma 91)
Francesco Di Lecce (RN Torino)
Claudio Fossi (Team Lombardia)

Atlete (14)
Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/Azzurra 91)
Diletta Carli (Fiamme Oro/Tirrenica Nuoto)
Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro/Aurelia Nuoto)
Martina De Memme (Esercito/Nuoto Livorno)
Silvia Di Pietro (Forestale/CC Aniene)
Erika Ferraioli (Esercito)
Lisa Fissneider (Fiamme Gialle/Bolzano Nuoto)
Alice Mizzau (Fiamme Gialle/Team Veneto)
Federica Pellegrini (CC Aniene)
Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli)
Giorgia Biondani (Leosport)
Alessia Polieri (Fiamme Gialle/Imolanuoto)
Elena Gemo (Forestale/Aniene)
Giulia De Ascentis (CC Aniene).

Buon divertimento!