L’Italia esce vittoriosa dai mondiali di atletica leggera a Bloemfontein in Sudafrica riservati agli atleti con sindrome di Down. In totale la squadra azzurra ha conquistato ventisette medaglie, di cui diciotto ori, sette argenti e due bronzi. A dominare la scena è stata sicuramente Nicole Orlando, atleta di ventiduenne anni che ha vinto ben quattro medaglie d’oro ed un argento.

Un’impresa storica quella della Orlando, vera e propria fuoriclasse a livello internazionale, che è riuscita anche ad infrangere il record mondiale nel triathlon, disciplina che comprende lancio del peso, salto in lungo e corsa. La giovane atleta pratica sport da quando aveva tre anni ed è sempre stata seguita dal “Team Ability La Marmora” di Biella. Fin da piccola i genitori hanno spronato la figlia nell’attività fisica per aiutarla nella motorietà e nello sviluppo della muscolatura, così come mamma Roberta Becchia ha confermato:

“I medici, il giorno dopo la sua nascita, ci avevano detto che Nicole era uno dei casi di bambini, nati con la sindrome di Down, più difficili e mai incontrati prima. Spero che oggi vedano quanti progressi ha fatto Nicole, diventando infine una campionessa mondiale”.

Con tanto allenamento e forza di volontà Nicole ha così raggiunto il suo sogno e ha voluto dedicare il trionfo assoluto ottenuto ai mondiali alla nonna, scomparsa improvvisamente pochi giorni prima della partenza per il Sudafrica. Anche il premier Matteo Renzi non poteva che dimostrarsi orgoglioso dell’impresa italiana nella competizione mondiale, tanto da lanciare i complimenti più sentiti a tutta la squadra azzurra sul suo profilo Facebook ufficiale:

“I nostri ragazzi in Sudafrica, ai mondiali di atletica leggera e di tennis tavolo riservati ad atleti con sindrome di Down, ci hanno reso molto più che orgogliosi. La più brava di tutti è stata Nicole Orlando che ha vinto 4 medaglie d’oro (anche un record del mondo) e un argento. Ma bravi sono stati tutti gli atleti che hanno partecipato perché hanno dimostrato che l’Italia è all’avanguardia in questo campo. Grazie alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi, avete fatto onore al nostro Paese e a tutti quelli che non si arrendono mai. Siete un esempio per tutti“.

I nostri ragazzi in Sudafrica, ai mondiali di atletica leggera e di tennis tavolo riservati ad atleti con sindrome di…

Posted by Matteo Renzi on Mercoledì 2 dicembre 2015. Photo credits: Mauro Ficera.