Niccolò Campriani ha annunciato il ritiro dopo quattro medaglie olimpiche (tre d’oro ed una d’argento) conquistate alle ultime due edizioni dei Giochi olimpici. Il tiratore, che compirà 30 anni il prossimo 6 novembre, ha dichiarato di voler fare l’ingegnere, lasciando così le Fiamme Gialle. Non è del tutto esclusa una partecipazione a Tokyo 2020, per la quale si è riservata una decisione.

“Ora ho solo un obiettivo, fare l’ingegnere”, le parole di Campriani “per Tokyo ci sarà tutto il tempo per prendere una scelta”. Quel che è certo è che Campriani ha lasciato definitivamente la specialità 3 posizioni, potrebbe ritornare nella gara a coppia.

Questo, almeno, è quel che spera il presidente del Coni Malagò. “Lui è una grande risorsa per lo sport italiano, lo sa benissimo. Spero che dopo un anno o due di stop gli ritorni l’entusiasmo per continuare. Spero che a Tokyo sia presente, perché è cambiato il programma: ci sarà una gara mixed che Niccolò potrebbe disputare con la compagna Petra Zublasing”.

Niccolò Campriani è nato a Firenze il 6 novembre 1987. A Londra 2012 ha vinto un oro, carabina 50 metri 3 posizioni, ed un argento, carabina 10 metri aria compressa, a Rio de Janeiro 2016 ha vinto l’oro in entrambe le specialità.