Quattro mesi di sfide e come al solito non sono mancate le sorprese nella National Football League anche se magari meno di quanto fosse lecito aspettarsi. E’ tempo di playoff, come sempre, a gennaio, playoff che scatteranno già domani, sabato 3 gennaio, con il primo match di Wild Card, tra la rivelazione della prima parte di stagione, gli Arizona Cardinals, opposti a Carolina, capace di conquistare la post season pur con un record perdente (7-8) nella Division (NFL South) più debole dell’intera lega. Seguirà Baltimore-Pittsburgh.

REGULAR SEASON

Nell’American Football Conference, New England, Cincinnati, Indianapolis e Denver non hanno certo rappresentato una sorpresa, così come i Ravens; niente playoff per i Chiefs, rivelazione del 2013-2014, mentre Pittsburgh è rinata quando era considerata da molti squadra ‘vecchia’ e da rifondare. Difficile pensare, però, a un Championships diverso dalla classica sfida Brady-Manning, che per altro sarebbe rivincita rispetto al 2014. Con Tom, questa volta, favorito. Nel caso.

NATIONAL FOOTBALL CONFERENCE

Conference meno competitiva, ma con i campioni in carica di Seattle rinati dopo un avvio difficile. Hanno vinto le ultime cinque partite e sono pronti a difendere il titolo. Conferme per Green Bay e Dallas, niente playoff per Philadelphia che era partita benissimo e soprattutto per i co-favoriti San Francisco 49ers, la più grande delusione della stagione: ci ritornano invece i Detroit Lions. Anche qui, tutta l’attesa è per una sfida Rodgers-Wilson nella Finale di Conference.

WILD CARD

In teoria i Cardinals dovrebbero essere i favoriti, ma nell’NFL conta ‘il momento’, più che l’andamento della stagione. E Arizona è reduce da due sconfitte consecutive, i Carolina Panthers da 4 vittorie. Gli attacchi non sono granché, Arizona dovrà però stare molto attenta al buon gioco sulle corse di Newton e compagni. Sfida apertissima, invece, tra Ravens e Steelers

LE CLASSIFICHE

IL CALENDARIO DEI PLAYOFF