I New England Patriots vincono il quarto titolo NFL nel Super Bowl n. 49 (XLIX) della storia superando in rimonta 28-24 i campioni 2014, i Seattle Seahawsk, al termine di un match incredibile, e Tom Brady, il quarterback dei ‘Pats’ eletto MVP, entra nella leggenda di questo sport raggiungendo Joe Montana e Bradshaw a quota quattro anelli (2002, 2004, 2005, 2015).

THRILLING

A Phoenix è andata in scena una partita di cui si parlerà a lungo, una delle più emozionanti di sempre nella storia di questo sport. Brady, MVP con quattro td pass e 2 sanguinosi intercetti, sì, ma la storia la scrive anche e soprattutto Malcom Butler, la safety di New England che intercetta Wilson, qb Seattle, in end zone, quando mancano meno di 30 secondi dalla fine, con gli avversari di New England pronti a segnare la meta della vittoria a una sola yard dal traguardo… Farà discutere tantissimo la chiamata finale di Pete Carroll, con Seattle che ha deciso di lanciare, anziché andare con il gioco di corsa, nonostante un Marshawn Lynch da oltre 100 yards e dominatore del secondo tempo. Ringrazia New England e si gode un trionfo comunque assolutamente meritato, per aver dominato oltre metà primo tempo (e anche in stagione regolare…), andando però al riposo sul 14-14, per la meta subita dall’eroe finale mancato Chris Matthews.

PARTITA

I Seahawks, dopo il 7-0 iniziale dei Patriots e aver pareggiato appunto in maniera rocambolesca a metà partita sul 14-14, prendono spunto da quell’azione per ribaltare il match e volare sul +10 nel terzo periodo, dopo il secondo intercetto di Brady. Sembra finita, ma Seattle fa l’errore di voler solo controllare il tempo, decisione molto pericolosa quando dall’altra parte c’è un quarterback di questo livello. E il n° 12 dei Patriots non si smentisce: prima trova in end zone Amendola, poi Edelman per il sorpasso, a 2’02” dalla fine, allargando il campo e giocando il ‘suo’ football, senza snaturarsi e soprattutto senza isterismi. Ultimo drive di una partita che è già storia: Seattle macina yards, c’è una clamorosa ricezione di Kearse per arrivare sulle 5 avversarie (fortunosa anzichenò, con la palla che rimane in aria dopo vari contatti e alla fine termina la sua corsa nella mani del WR degli Seahawks), ma Wilson commette l’errore fatale (su chiamata assurda) e New England può alzare il Vince Lombardi Trophy per la quarta volta. Giusto così per quanto si era visto in tutta la stagione.

Photo Credits: photopin.com