Dallas Cowboys e Indianapolis Colts, come da pronostico, sono le ultime due squadre qualificate ai Divisional Playoffs 2015 della NFL. Sono rimaste in otto, dunque, le più attese, le più forti per quanto visto finora, forse con una eccezione: New England, Denver, Green Bay, Seattle (campione uscente), Indianapolis, Dallas, Baltimore e Carolina (unico nome non troppo meritevole…). Le Wild Card non hanno regalato grosse sorprese, la partita più intrigante è stata l’ultima, quella tra Dallas e Detroit, con un errore arbitrale che sta facendo ancora discutere tutta l’America, cosa piuttosto rara al di là dell’Oceano.

WILD CARD

Subito tre segnature nei primi tre ‘drive’ nella sfida tra Colts e Bengals.  Sul 10-7 Indianapolis, Dalton e compagni perdono Maualuga, il linebacker, per un problema muscolare e già si trovavano a giocare la partita più importante della stagione senza il loro miglior ricevitore, Green (commozione cerebrale non smaltita) e anche il TE, Gresham, bocciato dal provino pre-gara: 13-10, all’intervallo. Dopo 30’ di football, Luck con 217 yds, Dalton (mai vincente nei playoff) con 91. Ma gara in equilibrio. Indy vuole impostare la partita sui lanci di Luck, Cincinnati su difesa e corse. I Colts allungano a inizio 3° quarto, con un meraviglioso lancio in corsa da 36 yds di Luck per Moncrief. E’ la meta del 20-10. Per i Bengals si fa dura: sono strutturati per un attacco metodico, non da lunghi guadagni. Devono snaturarsi. I Colts allungano ancora e la gara si chiude, perché Dalton proprio non riesce a far girare l’attacco e ora zoppica anche Hill. I Colts stravincono con un Luck da 376 yds lanciate. Giocheranno domenica 11 gennaio con Denver, in Colorado. In stagione regolare ci hanno perso in volata. Il duello Manning-Luck promette spettacolo, ma il primo resta favorito. Per Cincinnati, quarta sconfitta consecutiva al primo turno playoff, senza mai segnare più di 13 punti. Lavoro per  i dirigenti durante la off-season?

IL GIALLO

A Dalls, sfida splendida per equilibrio e intensità, con giallo arbitrale. I Lions partono fortissimo, contro una squadra che ha perso solo 4 partite in stagione, tutte in casa. Detroit vola 0-14, sfruttando anche gli errori di Dallas, il cui attacco, invece, sembra inceppato: subisce i blitz della difesa, Romo è sempre sotto pressione e il bisogno di guadagni lunghi gli fa dimenticare la sua arma migliore, il gioco di corsa di Murray. Bryant, ricevitore da Pro Bowl, nel 1° tempo ha solo una presa per 2 yds. Ma Romo trova Williams come alternativa, corre per 77 yds per il 7-14. Detroit replica, va all’intervallo sopra 17-7, grazie al field goal di Prater. Finalmente entra in partita Bryant con una lunga ricezione che sfocia nel Td di Murray col brivido: al 4° down. 20-14.

POLEMICA

Con i Lions che avanzano, ecco la discutibile chiamata arbitrale spartiacque della partita: una pass-interference viene prima chiamata contro Dallas, annunciata, e poi misteriosamente cancellata, senza giustificazione; Detroit costretta a un punt (di 10 yds, sbagliatissimo). Dallas si fa aggressiva, disperata: Witten muove la catena al 4° down e 6 yds da conquistare. E Romo, a caccia della 2a vittoria ai playoff, trova Williams per il TD del 24-20. Primo vantaggio texano. Stafford si gioca tutto nell’ultimo possesso. Fa fumble, prima recuperato da Dallas, poi dai Lions. Altra chance. Ma la difesa dei Cowboys ha l’ultima parola. I Cowboys vincono 24-20, per la prima volta nei playoff dal 2009. Domenica giocheranno a Green Bay contro i Packers. Da sfavoriti. Ma se la loro linea offensiva tiene…

DIVISIONAL PLAYOFF

Accoppiamenti intriganti, con tre gare equilibrate e una, in teoria, con una netta favorita, ne parleremo nel prossimo post.

BALTIMORE RAVENS vs NEW ENGLAND PATRIOTS

CAROLINA PANTHERS vs SEATTLE SEAHAWKS

DALLAS COWBOYS vs GREENBAY PACKERS

INDIANAPOLIS COLTS vs DENVER BRONCOS

RISULTATI E CALENDARIO