A casa a vedere i suoi compagni contro la GermaniaNeymar ha visto la semifinale del suo Brasile in famiglia dopo l’infortunio alla vertebra subito durante i quarti e che gli ha impedito di essere in campo a Belo Horizonte. Emergono particolari finora ignoti sulle reazioni del fenomeno del Barcellona durante la disfatta della Selecao. Al 7-0 dei tedeschi, il giocatore ha esclamato spazientito: “Basta, non guardo questa merda. Andiamo a fare una partita a poker”. Gli amici, naturalmente, lo hanno assecondato.

Neymar si è dunque perso il gol della bandiera di Oscar. Così come i fischi che poi si sono trasformati comunque in invocazioni “Brazil, Brazil” da parte della tifoseria verdeoro. E dire che per il numero 10 sudamericano la giornata era cominciata bene: tifosi sugli spalti con la mascherina della sua faccia, compagni di squadra che durante l’inno reggevano una maglietta con il suo numero. Striscioni sugli spalti. Tutto questo prima dell’uragano teutonico.

Sempre dalla casa di Neymar, altre indiscrezioni sullo stato d’animo del fantasista. I familiari sarebbero rimasti molto stupiti dal numero di parolacce dette da Mister Dribbling a ogni rete tedesca e a ogni errore brasiliano. Nadine, la madre, a un certo punto si sarebbe anche messa a piangere, non sopportando più il figlio e le sue imprecazioni.

Non ci sono stati però solo insulti. Neymar ha avuto anche parole dolci per il capitano David Luiz, che ha indossato la fascia per l’assenza di Thiago Silva“Povero David! Chissà quanto sta soffrendo”. La stessa sofferenza che ha provato tutto il mondo brasiliano mentre la Germania cinicamente si divertiva. Facendo prendere la decisione finale a Neymar: “Spengo la televisione. Andiamo a giocare a poker”. Meglio questo del tre – 7.