L’Europa balla il Flamenco. Con la finale-derby tra Real ed Atletico Madrid, la Champions League parla ancora spagnolo: ed è la quarta volta negli ultimi 10 anni.

Nessuno, nel Continente, ha vinto quanto gli Iberici, almeno nell’ultimo decennio. Il calcolo è presto fatto: oltre alla sicura vittoria madrilena di questa stagione, ci sono i 3 successi del Barcellona (2006, 2009 e 2011). Seguono nell’ordine Inghilterra con 3 successi (Liverpool 2005, Man United 2008 e Chelsea 2012), Italia con 2 (Milan 2007 e Inter 2009) e Germania (Bayern 2013) con uno.

E chi sostiene che la Liga sia un campionato di livello basso – eccezion fatta per le due-tre “big” – vada a rivedersi l’Albo d’Oro della Coppa Uefa-Europa League, anche qui, dal 2004-05 ad oggi: la Spagna la fa ancora da padrona con 4 vittorie (Siviglia 2006 e 2007; Atletico Madrid 2010 e 2012) che potrebbero diventare 5 se lo stesso Siviglia batterà il Benfica nella finale di Torino del prossimo 14 maggio.

Diverso, invece, il bottino delle altre: 2 vittorie russe (Cska Mosca 2005 e Zenit 2008), una ucraina (Shakthar 2009), una portoghese (Porto 2011) e una inglese (Chelsea 2013).

L’Italia raccoglie ancora qualcosa a livello di Nazionali (Mondiale 2006), così come la Grecia (Europeo 2004), ma anche in questa classifica il dominio è spagnolo (Europeo 2008 e 2012; Mondiale 2010).

Foto: Infophoto.

Il Mal d’Europa della Juventus

Ancelotti, il tecnico italiano più vincente