Arrivano le prime qualificate anche a est per le semifinali di Conference dei Playoff NBA 2015: dopo Warriors a ovest, infatti, passano il turno i Cleveland Cavaliers di Lebron James e i Washington Wizards, squadra da post season se ce n’è una. Tuffo facile o quasi a Boston per i Cavaliers di King James, che passano 101-93, grazie ai 27 punti, 10 rimbalzi e 7 assist del ‘prescelto’, che però tira male dall’arco, solo 1/7; 24 punti e 11 rimbalzi per Irving, 12 per Mozgov; straordinario Shumpert dalla panchina, 15 punti con 10 rimbalzi. Per Boston, 21 punti per Thomas e 16 per Bradley.Cavs avanti 4-0, Boston esce a testa alta con una squadra giovane e ‘futuribile’. Datome purtroppo ha avuto poco spazio, in gara 4 ha giocato 3′ mettendo a referto 2 punti. James e compagni aspettano la vincente della sfida tra Chicago e Milawukee, con i Bulls avanti 3-1.

WIZARDS OK

Straordinaria prova dei Wizards sul parquet di casa per chiudere la serie 4-0 contro Toronto, quarta classificata a est in regular season e dunque con il vantaggio del fattore campo: Washington manda addirittura 7 uomini in doppia cifra per punti, tutto il quintetto base con Pierce (14), Nene (10), Gortat (21 con 11 rimbalzi), Beal (23), Wall (14 con 10 assist), più Gooden (13) e Sessions (15). In più, serata unica al tiro: 41/74, addirittura 15/26 da tre punti. Difficile perdere, così. Dall’altra parte cinque uomini in doppia cifra per Toronto, guidati da Lowry (21 punti). Non sono bastati. Finale 125-94 Washington, che ora aspetta una tra Brooklyn e Atlanta (Hawks avanti 1-3 nella serie).

OVEST

Continuano le grandi ‘battaglie’ a ovest: Dallas, sotto 0-3 con Houston, risorge in gara 4 e vince in casa 121-109 con sei uomini in doppia cifra per punti: Aminu, Nowitzki (16 con 8 rimbalzi), Chandler, Ellis, Barea e Stoudemire. Non bastano, dall’altra parte, i 24 punti di Harden, i 23 di Smith e i 22 di Brewer. Gara 5 a Houston. La partita più bella della serata si gioca a San Antonio, gara 3 della serie al meglio delle sette sull’1-1: i Clippers mettono sul parquet orgoglio, voglia, coraggio, autorevolezza, e un Paul straordinario, da 34 punti, 3 rimbalzi e 7 assist (11/19 al tiro, 10/10 ai liberi). Doppia-doppia sontuosa per Griffin, 20 punti e 19 rimbalzi. Non è finita, perché il figlio del coach Doc Rivers, Austin Rivers, gioca la sua miglior partita tra i pro, con 16 punti e Crawford dà il suo solito contributo (15 punti). Clippers praticamente perfetti, Spurs in difficoltà al tiro di fronte ai pochi raddoppi di Los Angeles e con troppe palle perse. Vanno comunque in doppia cifra per punti Leonard (26), Duncan, Parker, Diaw, Ginobili e Mills. Per Belinelli solo 6′ con tre punti.