Le Finali di Conference, a Ovest, prendono il via con una partita ‘pazza’ alla Oracle Arena di Oakland, California, dove i Golden State Warriors vincono in rimonta, ma soffrendo fino alla fine, sugli Houston Rockets 110-106 in gara 1 della sfida che regalerà la prima finalista 2015. Match che vive di parziali, non bellissimo dal punto di vista tecnico anche se poi si è accesso nel finale, con tante palle perse da una parte e dall’altra, ma partita che regala anche grandi emozioni sul finale del secondo quarto e poi negli ultimi 12′. Tenendo conto anche degli ‘scontri’ in regular season, le due squadre si sono fin qui incontrate, quest’anno, cinque volte, e Houston non ha ancora vinto una partita…

GARA 1 GOLDEN STATE WARRIORS-HOUSTON ROCKETS (1-0)

Tutti ‘in giallo’ nella Bay Area, per una Finale di Conference attesa 39 anni da queste parti (per Houston, dal 1997)… Pubblico caldo in uno dei palazzetti più belli d’America, mani fredde, però, per Golden State, che comincia male il primo quarto. Dall’altra parte, benissimo Josh Smith. Il secondo quarto è un incubo per i Warriors, che addirittura vanno sotto di 16 punti, 33-49. Steve Kerr lascia in campo Livingston dalla panchina con il quintetto base, e ne riceverà in cambio 18 punti, 7 rimbalzi e 3 assist dalla panchina! Golden State ‘smette’ di tirare male da tre e comincia ad attaccare il canestro. In 4′, sempre nel secondo periodo, succede l’imponderabile: con un parziale di 25-6, grazie a canestri in penetrazione e non da lontano, i Warriors ribaltano la situazione a loro favore. Poi si mettono in ritmo anche dalla distanza e provano a scappare via. Houston resta sempre in partita e l’ultimo quarto è una sfida nella sfida tra Curry e Harden. Per il primo, 34 punti, 6 rimbalzi, 5 assist, 6/11 da tre; per il secondo, 28 punti, 11 rimbalzi, 9 assist, 4 recuperi, quindi a un passo dalla tripla-doppia. Thompson aggiunge 15 punti per Golden State, 27 in coppia per Barnes/Green; Per Houston, 20 di Ariza, 17 di Smith, 18 della coppia Capela/Brewer dalla panchina. Finisce 110-106 Golden State grazie a due lay-up di Curry lasciato solissimo sotto canestro, 1-0 Warriors. Ma serie, per quanto si è visto, apertissima! Percentuali simili per entrambe le squadre. Howard in panchina per tutti gli ultimi 90, botta al ginocchio sinistro. Ma ha già detto che giocherà gara 2.