Ne manca solo una e la conosceremo domani sera, domenica 17 maggio, quando in Texas andrà in scena gara 7 della sfida tra Houston Rockets e Los Angeles Clippers, dopo l’incredibile epilogo di gara 6. Per il resto, abbiamo le altre magnifiche tre finaliste tra ovest ed est, che si contenderanno poi l’accesso alle NBA Finals 2015. Nel primo caso ecco Golden State, che sotto 1-2 contro Memphis non ha più sbagliato una partita; dall’altra parte, l’inedita sfida (a questi livelli) Atlanta-Cleveland, con gli Hawks che hanno superato a domicilio Washington con il brivido finale, leggi canestro di Paul Pierce sulla ‘sirena’, per il 94-94, arrivato con pochi decimi di troppo fuori tempo massimo, seppur a bersaglio. I Warriors, invece, hanno ritrovato d’incanto il tiro da lontano e quando segnano da tre punti con percentuali attorno al 50% diventano quasi imbattibili: 15/32 in totale, 8/13 per Curry (autore di 32 punti con 10 assist e 6 rimbalzi in gara 6), 3/5 di Thompson (20 punti); 16 punti per Green, con 12 rimalzi, 13 per Barnes.

FINALI DI CONFERENCE

A Washington John Wall è ovviamente in campo, con tutte le sue fratture, nell’importantissima gara 6 contro Atlanta e giocherà anche bene, mettendo a referto 20 punti e 13 assist, pur con 7/21 dal campo. Ma i Wizards tirano male, 34/93, 4/18 da tre, pur vincendo la battaglia a rimbalzo e procurandosi diverse ‘seconde chance’ in più. Beal aggiunge 29 punti, Pierce solo 4 con 1/7 e 0/2 nelle triple. Eppure sul 91-94, a pochi secondi dalla fine, proprio lui riusciva, marcatissimo, a tirare dalla lunga distanza, con palla che finiva morbidamente nella retina. L’instant replay mostrava però che al momento della sirena, giusto per una frazione di secondo, il pallone era ancora nelle mani dell’ex giocatore dei Celtics. Quindi, dopo attimi di silenzio assordante, gli arbitri assegnavano giustamente, beffardamente per Washington, la vittoria ad Atlanta 91-94. Per gli Hawks, 25 punti e 10 rimbalzi di Carrol, 20 e 13 di Millsap, 13 di Horford che ha segnato i due liberi decisivi per il 94-91, soli 2 di Korver, 20 di Teague.