Dopo un primo turno di playoff 2015 interessante, ma non spettacolare come quello del 2014, eccezion fatta ovviamente per la sfida bellissima Los Angeles Clippers-San Antonio Spurs, nella notte italiana sono scattate le semifinali di Conference, con due partite molto diverse. I Golden State Warriors hanno dominato fin dall’inizio i Memphis Grizzlies, sempre privi di Conley (ma tornerà probabilmente in tempo per giocare anche questa sfida), vincendo 101-86, in casa, gara 1 di una serie che comunque si annuncia lunga. A est, Washington si conferma squadra da playoff e vince un’altra partita fuori casa, la quinta consecutiva in totale in questa post season, in rimonta, su Atlanta, dopo essere stata sotto anche di 12 punti nel secondo quarto. Grande serata per Beal e Wall.

PARTITE

Oracle Arena con la solita straordinaria atmosfera a Oakland, California, nella Bay Area: Golden State, squadra a matrice perimetrale, trova una grande serata al tiro (39/77, 13/28 da tre) e vince senza troppi patemi contro i Grizzlies: 22 punti e 7 assist per Curry, 18 per Thompson, 16 per Green, 11 per Barnes, 10 per Speights; dall’altra parte, Gasol e Randolph mettono assieme 41 punti in due, ma non basta. In Georgia, a Sud-est degli Stati Uniti, Atlanta parte fortissimo, ma si spegne progressivamente, nonostante tutto il quintetto base, Teague, Korver, Horford, Millsap e Carrol, vada in doppia cifra per punti. Dall’altra parte, grande serata per il trio Wall-Pierce-Beal, 65 punti in tre, con Wall che aggiunge 13 assist. Ma c’è il contributo importante anche della panchina: 12 punti per Gooden, 10 per Porter, 5 per Sessions. La prossima notte ecco gara 1 anche per le altre due serie, Cleveland-Chicago e Houston-Los Angeles.