E fanno dieci vittorie consecutive. Inarrestabili Warriors e inarrestabile Stephen Curry, con medie da urlo. Golden State vince anche a Minneapolis 129-116 con 46 punti di Curry, 21 nel solo primo quarto. E’ l’unica squadra imbattuta, finora, nell’intera lega. E si candida già per il bis del titolo conquistato nel 2015, 40 anni dopo il primo (e unico fino a pochi mesi fa).

LEGGENDA

Curry sta muovendo record: dopo dieci partite è a 33,3 punti di media, con il 53,2% dal campo e 52 canestri da tre a bersaglio. Meglio di quanto fece Michael Jordan nella stagione 1995-96, quella del record dei suoi Chicago Bulls, che resiste ancora oggi, 72 vinte e solo 10 perse in regular season. Nella notte Curry ha tirato con 15/25, 8/13 da tre, 8/ ai liberi, con assist e 5 rimbalzi. Pazzesco. Vittoria di misura di Miami sui Jazz e gran trionfo dei Suns sui Clippers, 118-104. Ma la domanda è: chi può fermare questi Warriors? Possono arrivare a battere il record dei ‘Tori’ che resiste ormai 20 anni esatti?