Altra serata all’insegna dello spettacolo nei playoff NBA 2014. I risultati:

TORONTO RAPTORS-BROOKLYN NETS 115-113 (Serie: 3-2);

SAN ANTONIO SPURS-DALLAS MAVERICKS 109-103 (Serie: 3-2);

HOUSTON ROCKETS-PORTLAND TRAIL BLAZERS 108-98 (Serie: 2-3).

A Toronto va in scena un match pazzesco, con Raptors e Nets sul 2-2 nella serie. Benvenuti al Lowry vs Johnson show! Padroni di casa in assoluto controllo del match, arrivano addirittura sul +22 quando mancano poco più di 11′ da giocare nel quarto periodo. Otto minuti dopo, incredibilmente, siamo 101-101, con Joe Johnson arrivato a 30 punti nonostante i 5 falli (ma non segnerà più…) e Jason Kidd coraggiosamente a mettere in panchina, proprio prima della rimonta, sia Kevin Garnett che Paul Pierce! Minuti finali incredibili: Toronto sembra alla canna del gas, ma ecco che Lowry si “scopre” giocatore da momenti “caldi. Sul 103-101 Raptors a 3′ dalla fine, Vasquez segna la tripla del 106-101, forzata. Ma Teletovic, l’arma segreta di Brooklyn (17 punti in 23′!), poco dopo pareggia di nuovo sul 106-106 con un altro canestro pesante. Lowry (36 punti, 6 assist e 12/13 ai liberi) a quel punto prende in mano il match, segna da tre e in penetrazione, sul 113 a 108 sembra finita con 10” da giocare, ma Anderson (13 punti dalla panchina) realizza dall’arco, dall’angolo, subendo fallo e realizzando il libero supplementare: 113-112 a 6”5 dalla fine. DeRozan (23 punti) non trema, però, dalla lunetta, e mette i liberi del 115-113 finale: 3-2 Toronto, si torna a New York!

San Antonio riprende il controllo della serie nel derby del Texas, ma Dallas è ancora viva. In gara 5 gli Spurs partono bene, vanno sul +10 subito, i Mavs hanno un sussulto, nel secondo quarto riportano la partita in partità e si va avanti punto a punto fino alla metà del terzo periodo, quando Duncan e compagni scappano via e stavolta rimangono in controllo del match fino alla fine. Cinque giocatori in doppia cifra per San Antonio: 15 punti per Leonard, 16 per Duncan (con 12 rimbalzi), 17 per Splitter (e anche per lui 12 rimbalzi), 23 per Parker (5 assist), 19 per Ginobili (5 assist). Gli Spurs chiuderanno con il 50% da tre, darà il suo contributo anche Marco Belinelli, con una tripla a segno e 2 rimbalzi in 10′ sul parquet.

Houston e Portland continuano la loro saga meravigliosa: i Rockets giocano finalmente di squadra, con tutti i principali realizzatori coinvolti in attacco e non solo Harden (che non segnerà per buona parte del 2° tempo, ma sarà decisivo alla fine) e Howard a monopolizzare i tiri. La squadra di McHale ha più volte un vantaggio in doppia cifra, ma Portland non molla fino ai minuti finali, soprattutto grazie a Matthews, che segna 27 punti con 5/9 da tre (18 solo nel 3° quarto). Sparito, però, l’eroe delle prime due gare per i Blazers, Aldrige, che segna solo 8 punti con 3/12 dal campo. Vittoria di squadra per Houston, dicevamo: in doppia cifra ci vanno infatti in cinque, con 20 punti di Parsons, 10 di Asik, 22 di Howard, 17 di Harden,  e ben 21 di un ritrovato Lin.

Portland inizia l’ultimo periodo con uno 0-8 di parziale, ma nel finale di partita finalmente entra in scena, per i padroni di casa, James Harden: tripla del 100-96 a 3’44 dalla fine e poi nuovo canestro (da due) nell’azione successiva; chiude lui i conti, 108-98 Houston, che è ancora viva. Si torna a Portland per gara 6!

LA TIFOSA MALATA CHE COMMUOVE L’AMERICA

CLASSIFICHE AL TERMINE DELLA REGULAR SEASON:

EASTERN CONFERENCE                   WESTERN CONFERENCE
1. Indiana 56-26                                          1. San Antonio 62-20
2. Miami 54-28                                             2. Oklahoma City 59-23
3. Toronto 48-34                                          3. LA Clippers 57-25
4. Chicago 48-34                                         4. Houston 54-28
5. Washington 44-38                                  5. Portland 54-28
6. Brooklyn 44-38                                       6. Golden State 51-31
7. Charlotte 43-39                                      7. Memphis 50-32
8. Atlanta 38-44                                          8. Dallas 49-33
9. New York 37-45                                     9. Phoenix 48-34
10. Cleveland 33-49                                 10. Minnesota 40-42
11. Detroit 29-53                                       11. Denver 36-46
12. Boston 25-57                                       12. New Orleans 34-48
13. Orlando 23-59                                     13. Sacramento 28-54
14. Philadelphia 19-63                              14. LA Lakers 27-55
15. Milwaukee 15-67                                 15. Utah 25-57

ACCOPPIAMENTI PLAYOFF:

EASTERN CONFERENCE                      WESTERN CONFERENCE
(1) Indiana – (8) Atlanta 2-3                       (1) San Antonio – (8) Dallas 3-2
(4) Chicago – (5) Washington 1-4          (4) Houston – (5) Portland 2-3
(3) Toronto – (6) Brooklyn 3-2                   (3) LA Clippers – (6) Golden State 3-2
(2) Miami – (7) Charlotte 4-0                   (2) Oklahoma City – (7) Memphis 2-3

PLAYOFF, REGOLAMENTO, ACCOPPIAMENTI, CLASSIFICHE COMPLETE