L’INCREDIBILE SCANDALO RAZZISTA SCOPPIATO AI CLIPPERS!

Dall’ultima notte NBA arriva il primo verdetto dei playoff 2014: come ampiamente previsto, pur soffrendo nei primi due “episodi” della serie, per giunta in casa, i campioni in carica, i Miami Heat, passano alle semifinali della Eastern Conference con un rotondo 4-0 sui Charlotte Bobcats, che da sei stagioni non vedevano la post season. Boris Diaw regala invece il 2-2 a San Antonio con un canestro da tre pesantissimo a 50” dalla fine di gara 4, è 2-2 con Dallas. E Indiana continua la sua crisi: va sotto addirittura di 30 punti a metà del terzo periodo, in casa, contro Atlanta, la n.8 del tabellone; poi rimonta fino al -9, ma una “tripla” di Kyle Korver da 8 metri chiude la contesa. Incredibilmente, è 3-2 Hawks che adesso avranno il match point in casa!

I RISULTATI DELLA NOTTE NBA:

CHARLOTTE BOBCATS-MIAMI HEAT 98-108 (Serie: 0-4, Miami in semifinale)

DALLAS MAVERICKS-SAN ANTONIO SPURS 89-93 (Serie: 2-2)

INDIANA PACERS-ATLANTA HAWKS 97-107 (Serie: 2-3).

A Dallas gli Spurs sono con le spalle al muro: cominciano malissimo, sotto 10-1, poi si riprendono grazie soprattutto alla coppia Ginobili-Diaw, che entra dalla panchina e decide. L’argentino gioca spesso play, al posto di Parker  clamorosamente messo in disparte da coach Popovich (ma nel concitato finale di match sarà molto utile anche lui), e fa proprio le veci del francese, tagliando in due la difese dei Mavs con le sue penetrazioni. Duncan e compagni arrivano anche al +20, ma Nowitzki, Ellis e un grande Blair dalla panchina (12 punti) riucono lentamente lo strappo, fino al pareggio. Si arriva al solito grande finale, dove ancora una volta, Ellis, marcato da Ginobili, esattamente come in gara 3, subisce fallo con canestro segnato, impattando la gara con un gioco da tre punti. Poi l’argentino restituisce pan per focaccia: penetrazione, scarico per Diaw a 50” dalla fine, tripla del nuovo +3 Spurs e stavolta non ci saranno sorprese finali. Finisce 89-93 Spurs dopo i  tiri liberi, serie, bellissima, sul 2-2!

A Indianapolis succede l’imponderabile: Atlanta trova l’uomo imprevedibile della serata in Scott, che dalla panchina firma 5 triple (su cinque tentativi, una anche con l’aiuto del tabellone) nel primo tempo, per un totale di 17 punti non revisti! Korver, Millsap, Carrol e Teague (tutti in doppia cifra) fanno il resto e arriva il +20 in un amen, che diventerà +30 nel terzo quarto, con la squadra di Bird impotente. Anche i Pacers, però, trovano risorse dalla panchina, soprattutto con Watson che segna 15′ e dà la sveglia ai suoi: Indiana arriverà tre volte a -9, senza andare oltre. All’ultimo tentativo verrà respinta da un’incredibile tripla di Korver da oltre 8 metri allo scadere dei 24” e a quel punto alzerà bandiera bianca. Atlanta tira con il 50% dal campo e 15/27 da tre, irreale. Non bastano i 26 punti di George, i 16 di West, Hill e Stephenson perché Hibbert è sempre un fantasma con 12′ sul parquest e zero punti! 3-2 Atlanta con il match point in casa. La n1 all’est e forse unica rivale dei Miami Heat, rischia già di andare a casa dopo il primo turno!

LA TIFOSA MALATA CHE COMMUOVE L’AMERICA

CLASSIFICHE AL TERMINE DELLA REGULAR SEASON:

EASTERN CONFERENCE                   WESTERN CONFERENCE
1. Indiana 56-26                                          1. San Antonio 62-20
2. Miami 54-28                                             2. Oklahoma City 59-23
3. Toronto 48-34                                          3. LA Clippers 57-25
4. Chicago 48-34                                         4. Houston 54-28
5. Washington 44-38                                  5. Portland 54-28
6. Brooklyn 44-38                                       6. Golden State 51-31
7. Charlotte 43-39                                      7. Memphis 50-32
8. Atlanta 38-44                                          8. Dallas 49-33
9. New York 37-45                                     9. Phoenix 48-34
10. Cleveland 33-49                                 10. Minnesota 40-42
11. Detroit 29-53                                       11. Denver 36-46
12. Boston 25-57                                       12. New Orleans 34-48
13. Orlando 23-59                                     13. Sacramento 28-54
14. Philadelphia 19-63                              14. LA Lakers 27-55
15. Milwaukee 15-67                                 15. Utah 25-57

ACCOPPIAMENTI PLAYOFF:

EASTERN CONFERENCE                      WESTERN CONFERENCE
(1) Indiana – (8) Atlanta 2-3                       (1) San Antonio – (8) Dallas 2-2
(4) Chicago – (5) Washington 1-3              (4) Houston – (5) Portland 1-3
(3) Toronto – (6) Brooklyn 2-2                   (3) LA Clippers – (6) Golden State 2-2
(2) Miami – (7) Charlotte 4-0                    (2) Oklahoma City – (7) Memphis 2-2

PLAYOFF, REGOLAMENTO, ACCOPPIAMENTI, CLASSIFICHE COMPLETE