Post season NBA tra le più belle del nuovo millennio, per ora, al primo turno 2014 al meglio delle sette partite. Serie in equilibrio (cinque su otto sono in parità, 1-1), tante e sorprendenti vittorie fuori casa, molte favorite con le spalle al muro…

Dopo i 46 punti di gara1, record di Franchigia, LaMarcus Aldrige si ripete e con percentuali assurde (18-28 da due, 7/8 ai liberi, cui aggiunge 8 rimbalzi) ne mette altri 43 per il nuovo successo di Portland sul parquet di Houston, 112-105 in gara 2 del primo turno playoff al meglio delle sette partite. La squadra dell’Oregon tira meglio dall’arco, ha percentuali migliori ai liberi e a rimbalzo, manda in doppia cifra anche Lillard (18 punti), Mo Williams e Dorell Wright e prende così in mano la serie, con le prossime due partie da giocare in casa. Houston avrebbe comunque il talento per ribaltare la situazione: in gara 2 Howard a tratti sembra Olajuwon (32 punti), ma non basta, nonostante il dominio in area della compagine texana. Sabato gara 3 a Portland.

GARA 2: HOUSTON ROCKETS-PORTLAND TRAIL BLAZERS 105-112 (Serie 0-2).

Sempre all’Ovest, a San Antonio va in scena gara due tra Spurs e Mavericks, con Dallas assolutamente nella serie nonostante la sconfitta in gara 1, dopo aver comandato la partita per oltre due quarti. Il match è in parità per 24′, poi Nowitzki e compagni scappano via, complice soprattutto le 24 palle perse di San Antonio, ben 15 nel primo tempo, e si impongono con un margine enorme! Marion segna 20 punti, Monta Ellis ne aggiunge 21, il tedesco 16 tirando ancora male (7/19) e di nuovo arriva un notevole contributo da parte dei panchinari. Gli Spurs crollano nel finale, Duncan prende solamente 5 tiri, 10 Parker, si salva solo Ginobili con 27 punti, 9/12, 5/6 da tre. Per Marco Belinelli, dopo lo “0″ alla casellina punti in gara 1, eccone 7 , con 3/7 al tiro, 5 rimbalzi, 1 assist in 29′. Serie sull’1-1 e ora si va in Texas. Ribaltone clamoroso in vista? Tutto è ancora possibile…

GARA 2: SAN ANTONIO SPURS-DALLAS MAVERICKS 92-113.

A Miami gli Heat vanno sul 2-0, ma i Bobcats sono vivi e dentro questa serie molto più del previsto. Un uomo solo al comando, LeBron James, ovviamente: 32 punti, 8 assist, 6 rimbalzi, 4 palle recuperate, 11/17 dal campo! Eppure, Charlotte ha in mano la palla del possibile pareggio (con una tripla, nel caso) a due secondi dalla fine, sul 100-97 Miami. Palla persa… Miami però non è brillante, non ancora, quanto meno; Wade e Allen tirano male, Bosh per fortuna dà una mano a James con 20 punti, 8/11, 4/5 da tre. Nelle file di Charlotte, stoico Al Jefferson, sempre limitato dalla fascite plantare, eppure in campo per 40′ con 18 punti e 13 rimbalzi, pur tirando male. Vanno in doppia cifra anche Kidd-Gilchrist, McRoberts, Henderson e Walker! Ora ci si sposta a Charlotte, gli Heat hanno la serie in pungo, ma è tutt’altro che finita…

GARA 2: MIAMI HEAT-CHARLOTTE BOBCATS 101-97.

CLASSIFICHE AL TERMINE DELLA REGULAR SEASON:

EASTERN CONFERENCE                   WESTERN CONFERENCE
1. Indiana 56-26                                          1. San Antonio 62-20
2. Miami 54-28                                             2. Oklahoma City 59-23
3. Toronto 48-34                                          3. LA Clippers 57-25
4. Chicago 48-34                                         4. Houston 54-28
5. Washington 44-38                                  5. Portland 54-28
6. Brooklyn 44-38                                       6. Golden State 51-31
7. Charlotte 43-39                                      7. Memphis 50-32
8. Atlanta 38-44                                          8. Dallas 49-33
9. New York 37-45                                     9. Phoenix 48-34
10. Cleveland 33-49                                 10. Minnesota 40-42
11. Detroit 29-53                                       11. Denver 36-46
12. Boston 25-57                                       12. New Orleans 34-48
13. Orlando 23-59                                     13. Sacramento 28-54
14. Philadelphia 19-63                              14. LA Lakers 27-55
15. Milwaukee 15-67                                 15. Utah 25-57

ACCOPPIAMENTI PLAYOFF:

EASTERN CONFERENCE                      WESTERN CONFERENCE
(1) Indiana – (8) Atlanta 1-1                        (1) San Antonio – (8) Dallas 1-1
(4) Chicago – (5) Washington 0-2              (4) Houston – (5) Portland 0-2
(3) Toronto – (6) Brooklyn 1-1                   (3) LA Clippers – (6) Golden State 1-1
(2) Miami – (7) Charlotte 2-0                     (2) Oklahoma City – (7) Memphis 1-1

PLAYOFF, REGOLAMENTO, ACCOPPIAMENTI, CLASSIFICHE