Ecco le magnifiche quattro che si giocheranno il titolo NBA attraverso finale di conference, est e ovest, e poi NBA Finals. Sono, da una parte, Cleveland Cavaliers vs Atlanta Hawks, ovvero le prime due classificate in regular season a est, e Golden State Warriors vs Houston Rockets, ovvero le prime due classificate in regular season a ovest. Raramente capita che le migliori quattro squadre della stagione regolare poi approdino all’atto conclusivo dei playoff. Questa volta è successo. Martedì gara 1 a Oakland tra Warriors e Houston, mercoledì gara 1 Hawks-Cavas ad Atlanta. Le vincenti di queste due sfide si affronteranno per l’ultimo atto della stagione. Da ricordare che Cleveland e Atlanta non hanno mai vinto il titolo NBA, mentre Golden State ne ha conquistato uno solo, nel 1975, e Houston due, 1994-1995.

HOUSTON ROCKETS-LOS ANGELES CLIPPERS 113-100 (Serie 4-3 Houston).

I Rockets sono più o meno sempre in controllo di una partita che vive di parziali e che non è bellissima dal punto di vista tecnico. Finale pirotecnico: a inizio quarto periodo Houston vola sul più venti (88-68), poi negli ultimi minuti i Clippers hanno un sussulto d’orgoglio, rientrano anche fino al -8, prima di arrendersi. I numeri delle due squadre sono piuttosto simili, la differenza la fanno i tiri da tre: 7/28 per Los Angeles, 25%, 12/30 per Houston (40%). James Harden sfiora la tripla-doppia con 31 punti, 8 assist e 7 rimbalzi, tirando però 7/20 dal campo. Per Los Angeles, 26 punti e 10 assist di Paul, 27 punti, 11 rimbalzi e 6 assist di Griffin, ma non sono bastati. La squadra di Rivers deve rimpiangere l’incredibile gara 6, dove ha ‘sprecato’ un vantaggio di 19 punti a fine terzo quarto e di  13 a inizio quarto periodo per chiudere la serie sul 4-2 a suo favore. Houston avanti, Los Angeles in… vacanza!