Superato Golden State, i Cavaliers perdono nella notte NBA, battuti 106-90 dai Pistons. Uno scintillante Danilo Gallinari trascina i Nuggets, vittoriosi 106-102 sui Clippers. Privi di Marco Belinelli, sempre out per una distorsione alla caviglia, gli Hornets cedono 120-118 sul campo dei Nets.

NO LEBRON, NO PARTY

Senza LeBron James i Cleveland non sono gli stessi: rimasto a riposo in tre occasioni, per i Cavs sono maturate altrettante sconfitte. Lasciato fuori da coach Van Gundy, i campioni in carica della NBA sono stati sconfitti in maniera netta al Palace of Auburn Hills dai Pistons, vogliosi di riscatto dopo i cinque ko consecutivi. Per Detroit 21 punti di Tobias Harris, 18 quelli di Kylie Irving sul fronte Cleveland, insufficienti ad evitare la debacle.

IL”GALLO” CANTA

Convincente la prova di Danilo Gallinari allo Staples Center. Tornato in forma smagliante dopo un periodo di appannamento, ne trovano giovamento i Nuggets che portano a casa la posta. L’azzurro realizza 23 punti (5/12 dal campo, 2/5 da 3 punti, 11/12 ai liberi), 11 rimbalzi, 1 assist e 3 recuperi in 37 minuti, il top scorer dell’incontro risulta essere Jokic con 24 punti e 10 rimbalzi. I Clippers hanno dovuto far fronte agli importanti forfait di Blake Griffin, Chris Paul e J.J. Redick.

BEFFA HORNETS

Orfani di Belinelli, gli Hornets concludono a tre la striscia di risultati positivi. Al Barclays Center di New York sono costretti a piegarsi proprio negli ultimi secondi. Decisivo il tiro da tre punti di Randy Foye sulla sirena dell’ultimo parziale. Nelle altre gare disputate in notturna spicca il trionfo (131-115) dei Rockets sui Suns. James Harden mette a referto 32 punti con 12 assist in 30 minuti. I Raptors regolano 95-91 i Trail Blazers grazie ai 27 di Kyle Lowry. DeMarcus Cousins, infine, confeziona 30 punti e dà ai Kings la vittoria (102-100) sui 76ers.