Un’indisposizione, non grave, di coach Popovich ed ecco che a San Antonio Ettore Messina, in qualche modo anche l’Italia, riscrive la storia NBA: l’ex coach di Bologna, Treviso e CSKA Mosca, tra le altre, infatti, sostituisce il ‘santone’ degli Spurs in panchina, batte gli Indiana Pacers 106-100 e diventa così il primo coach europeo ad aver guidato una squadra della Lega professionistica americana in una partita ufficiale, per di più vinta.

Ettore Messina di Gregg Popovich è il primo assistente. “Nulla di grave, Popovich tornera’ presto“, ha assicurato Ettore, che ha impreziosito con un’altra perla un palmarès glorioso: 4 Eurolega (2 con la Virtus Bologna, 2 col Cska Mosca), 4 campionati italiani, 7 coppe Italia, una coppa delle coppe, 6 campionati russi, oltre all’argento europeo del 1997 con l’Italia. E stanotte ha infranto un tabù che solo fino a 4-5 anni fa era impensabile. “Ero terribilmente impaurito – ha ammesso il tecnico italiano -, generalmente lo sono in modo controllato, oggi è stato diverso. Non ho pensato ad essere il primo coach non americano in grado di vincere una partita Nba perché volevo rimanere concentrato sull’obiettivo finale. E’ stato bello“. Soddisfazione anche di un suo ex giocatore, Manu Ginobili: “E’ stato bellissimo ritrovare Messina a guidarmi dalla panchina dopo tutto quel tempo – ha detto l’argentino – E’ stato come fare un salto nel passato“. A trascinare gli Spurs proprio Ginobili (28 punti), Parker (21), Leonard (21) e Duncan (17), tutti in doppia cifra. Da’ il suo contributo anche Marco Belinelli, che in 17 minuti mette a referto 6 punti e 4 rimbalzi.