Altro match combattuto, altra sconfitta. Denver si piega 111-108 a Minnesota e per l’ottava volta in questa stagione perde una partita decisa da meno di 4 punti: nessuno in NBA ha fatto tanto.

IMMENSO TOWNS

Tra i TWolves prova magnifica di Karl-Anthony Towns, che chiude con 32 punti, 12 rimbalzi, 7 assist e 4 stoppate. 14 punti e 4 assist col 4/10 dal campo il bottino di un discreto Danilo Gallinari. Attualmente ottavi a Ovest, i Nuggets, con mezza partita di vantaggio su Portland, devono capire come vincere i duelli punto a punto.

LA PARTITA

Regna l’equilibrio nei tre quarti, conclusi sull’84-84. Con in campo la second Unit, Denver prende il largo sul 100-91 a 6’06” dalla fine, ma Minnesota mostra carattere e passa avanti con Muhammad quando restano 3’01” sul cronometro. Poi Gallinari mette a segno i tiri liberi per il 104-103 a 2’52” dalla fine, l’ultima volta in cui Denver comanda la operazioni. L’errore di Wiggins dalla lunetta rende ancora possibile il controsorpasso nei secondi finali, ma con un improbabile jumper Jameer Nelson scheggia soltanto il ferro. Minnesota conquista così il nono successo nelle ultime 18 giocate.

LE DICHIARAZIONI

“Sta giocando davvero in maniera incredibile – commenta Andrew Wiggins sulla prova di Towns -, sta facendo di tutto sul parquet: rimbalzi, punti, assist, difesa. Tutto. Non c’è nulla in cui non metta il suo zampino”. Una fiducia nei propri mezzi che già oggi colloca il numero 32 nell’élite della lega alla voce centri: “Nel finale di gara, quando ho ricevuto quel pallone, volevo quel tiro a tutti i costi”, chiosa il diretto interessato. Per sua fortuna e dei T’wolves, è andato dentro.

Minnesota: Towns 32 (13/19 da due, 6/8 tiri liberi), Wiggins 24, Muhammad 20. Rimbalzi: Towns 12. Assist: Dunn 9.
Denver: Gallinari 14 (2/6, 2/4, 4/4 tl), 6 rimbalzi, 4 assist, 1 persa in 35’10”. Harris 22 (7/9, 2/4, 2/2 tl), Jokic 18, Chandler 17, Murray 17. Rimbalzi: Jokic 8. Assist: Barton 6.