Quarantadue punti in gara 1, tripla doppia in gara due. LeBron James mette le sue mani sulla finale NBA 2015, trascinando i Cleveland Cavaliers al successo sui Golden State Warriors in gara 2 (93-94), anche se l’eroe della giornata si chiama in realtà Dellavedova, è australiano, ha difeso alla grandissima su Curry e segnato i due liberi della ‘staffa’ nel finale. Finale per ora bellissima, con due partite su due concluse all’overtime. Anche in questo caso LeBron James ha avuto tra le mani la palla della vittoria alla fine del quarto periodo, ma non è riuscito a segnare. Come ha fatto un disastroso Curry, che ha tirato male per tutta la serata sbagliando poi l’ultimo, quello del possibile sorpasso, negli ultimi secondi dell’overtime e perdendo anche l’ultima palla decisiva per tentare un ultimo disperato assalto al canestro di Cleveland. Serata da dimenticare per lui. Diciassette punti e 11 rimbalzi per Mozgov,

GOLDEN STATE WARRIORS-CLEVELAND CAVALIERS 93-94 (serie 1-1).

Cleveland si impone soprattutto in difesa e del resto il punteggio della gara dice tutto. Dellavedova limita il più possibile Curry, che contro di lui non segna mai e chiude alla fine con 19 punti, 6 rimbalzi, 5 assist, ma 5/23 dal campo e 2/15 da tre, record negativo per una finale. Tripla-doppia per LeBron James, con 39 punti 16 rimbalzi e 11 assist. Serie sull’1-1, ora si va a Cleveland per due partite.