Notte da ricordare per l’NBA. Notte unica. Kobe Bryant saluta l’NBA (un lungo addio in tutte le arene durato di fatto per l’intera reguarl season) segnando 60 punti (massimo stagionale, 22-50 al tiro, 6/21 da tre) nel successo dei Lakers sugli Utah Jazz; i Golden State Warriors ‘asfaltano’ i Memphis Grizzlies e stabiliscono il record di successi in stagione regolare, 73, a fronte di sole nove sconfitte. Battuto il precedente primato dei Bulls di Jordan, 72-10, stagione 1995-’96.

BRYANT

Un finale commovente e tutto per lui: l’hanno salutato in ogni modo al termine della partita. C’erano anche tra gli altri Magic Johnson, Gary Payton, Horace Grant, Lamar Odom, Scottie Pippen, Derek Fischer, Shaquille O’Neal, compagni, avversari, amici…. Kobe Bryant prima ha regalato spettacolo in campo, poi, commosso, si è concesso alle celebrazioni, prendendo il microfono in mano: “E’ tutto incredibile. Sono nato tifoso dei Lakers e morirò tifoso dei Lakers. E’ stato un lungo viaggio assieme. Ho dato tutto su questo parquet in ogni singola giocata della mia carriera. Tutto quello che posso dire è grazie per supporto, motivazione, ispirazione. Sarete per sempre nel mio cuore. Vi amo. Ringrazio anche la mia famiglia per tutti i sacrifici che ha fatto con me. Dal profondo del mio cuore, una sola parola: grazie”. Chiude con 33.643 punti (82 in una singola partita, seconda miglior prestazione) terzo di tutti i tempi e cinque titoli NBA: 2000, 2001, 2002, 2009, 2010. Ha sempre e solo giocato per i Los Angeles Lakers dalla stagione 1995-’96 a oggi. Giù il cappello.

RECORD

E intanto i Golden State Warriors andavano a stabilire il nuovo record di successi in regular season, 73-9, al termine di una stagione irripetibile, battendo i Memphis Grizzlies. Il precedente primato fu stabilito dai Chicago Bulls di Jordan, Pippen, Rodman, Kukoc, Harper e… Steve Kerr, oggi coach proprio dei Warriors per una storia incredibile, tipicamente americana…

PLAYOFF

E’ delineato il quadro dei playoff che inizieranno sabato. A Est il primo turno vedrà gli accoppiamenti Cleveland-Detroit, Toronto-Indiana più Miami-Charlotte e Atlanta-Boston, queste ultime squadre hanno chiuso tutte con lo stesso record di 48 vittorie e 34 sconfitte. Ad Ovest, Golden State-Houston, San Antonio-Memphis, Oklahoma City-Dallas e L.A. Clippers-Portland.