Due “gare sette” del primo turno e il match d’esordio delle semifinali di conference a Ovest tra Warriors e Trail Blazers, questo il programma della notte (italiana) in NBA. Tre partite in totale dunque, di cui due senza storia. Sfida tirata fino all’ultimo secondo invece tra Indiana Pacers e Toronto Raptors.

PRIMO TURNO

La partita degli Hornets in Florida dura troppo poco, una manciata di minuti del primo quarto. Non c’è storia, gli Heat sono presi per mano da Goran Dragic, portano cinque uomini in doppia cifra per punti e approdano al secondo turno, dominando gara sette 106-73: 25 punti, 6 rimbalzi e 4 assist per Dragic, 16 punti per Green dalla panchina, 15 per Deng, 10 per Whiteside con 12 rimbalzi, 12 per Wade, 9 per Joe Johnson. Charlotte ha tirato male dal campo ed è stata surclassata a rimbalzo. In doppia cifra solo Batum con 10 punti. A Toronto invece il match è equilibratissimo per due quarti di gioco, con i Raptors sempre davanti e i Pacers lì vicini, trascinati da un grande George, che chiuderà questa serie a 27 punti di media, pur sconfitto. Toronto trova un grande DeRozan, da 30 punti, scappa via nel terzo quarto, sale a +14, ma Indiana lentamente rientra in partita e a 20” dal termine, sull’87-84 Raptors, ha la palla del pareggio buttata via proprio dal suo giocatore migliore, Paul George. Incredibile. Finisce 89-84 e 4-3 Raptors, che ora sfideranno proprio i Miami Heat in semifinale a est. L’altra sarà Atlanta -Cleveland, interessante, nonostante i favori del pronostico vadano ovviamente alla squadra di LeBron James.

OVEST

I Golden State Warriors, ancora privi di Curry infortunato alla caviglia, non hanno problemi a regolare Portland in gara 1 delle semifinali di Conference, grazie a una super difesa e tanti canestri in transizione. Thompson ne mette 37  con 14/28 dal campo e 7/14 da tre ma è ben supportato da un grandissimo Green (23 punti, 13 rimbalzi, 11 assist, tripla doppia) e poi dal resto della ‘batteria, Barnes (10 punti), Livingston (12 punti e 6 assist, titolare al posto di Curry) e Bogut (10 punti + 12 rimbalzi). Insomma, tutto il quintetto base va in doppia cifra. La difesa rende la vita complicatissima a Portland, con Lillard che segnerà sì 30 punti, ma tirando 8/26 dal campo. E il computo dei rimbalzi dice 55-40 per Golden State. Comunque anche i Trail Blazers portano sei uomini in doppia cifra per punti, ci sono Aminu, Harkless, McCollum e, dalla panchina, Crabbe e Davis. Warriors nettamente favoriti e avanti 1-0 nella serie, serie che però potrebbe essere anche più lunga del previsto… Oggi in programma gara 1 Cleveland-Atlanta in semifinale a est e gara 2 Spurs-Thunder a ovest. Primo turno definitivamente concluso.