Mancano quaranta giorni malcontati al sorteggio di Costa do Sauipe, stato di Bahia, per i prossimi Mondiali di Brasile 2014, ma non tutte le 32 palline dell’urna contengono il nome di una nazionale. Sono solo 21 le selezioni che hanno già timbrato il biglietto per la Coppa del Mondo e, di conseguenza, ne mancano ancora 11 all’appello: ovvero, tutte e 5 le africane, le 4 europee che sopravvivranno alla mannaia dei playoff (sorteggio 21 ottobre, gare 15-19 novembre), e le due vincenti degli spareggi transcontinentali. Vediamo il quadro completo, federazione per federazione:

EUROPA

La Spagna campione del mondo in carica ha finalmente conquistato il pass iridato, grazie al 2-0 sulla Georgia: Francia agli spareggi. Fa festa anche l’Inghilterra di Roy Hodgson, che supera col medesimo punteggio la Polonia e cancella l’incubo polacco del ’73. Bene anche la Russia di Fabio Capello, che torna a un Mondiale a 12 anni di distanza grazie al pareggio in Azerbaigian e spedisce Cristiano Ronaldo ai playoff. Ma la festa vera è quella della Bosnia-Erzegovina: il gol di Ibisevic contro la Lituania è valso al piccolo stato balcanico il primo posto nel girone G e una prima, storica qualificazione alla fase finale di un mondiale.

Qualificate: Belgio, Bosnia-Erzegovina, Germania, Inghilterra, Italia, Olanda, Russia, Svizzera

Playoff: Croazia, Portogallo, Grecia, Svezia, Francia, Ucraina, Romania, Islanda

SUDAMERICA

Vittoria amara per l’Uruguay, quarto agli ultimi mondiali sudafricani: il 3-2 contro una rimaneggiatissima Argentina non è servito a guadagnare a Cavani e compagni l’accesso diretto alla fase finale. La nazionale di Tabarez, infatti, ha chiuso il girone a pari punti, 25, con l’Ecuador (sconfitto ieri per 2-1 dal Cile, Vidal già in Brasile) ma è condannata dalla peggior differenza-reti a giocarsi tutto nello spareggio contro la Giordania.

Qualificate: Argentina, Colombia, Cile, Ecuador, Brasile (organizzatori)

Playoff: Uruguay (contro la Giordania)

CENTRO-NORD AMERICA

Il Messico ringrazia gli Stati Uniti e vola agli spareggi, al termine di un girone molto deludente. I messicani, infatti, perdono anche contro il Costa Rica, ma grazie al successo americano a Panama in pieno recupero riescono a conservare almeno il quarto posto, utile a guadagnarsi l’ultima chance mondiale nello spareggio intercontinentale contro la Nuova Zelanda.

Qualificate: Stati Uniti, Costa Rica, Honduras

Playoff: Messico (contro la Nuova Zelanda)

AFRICA

Ancora nessuna qualificata, ma l’andata dei cinque playoff ha dato, in almeno un paio di casi, più di una indicazione. Il Ghana, per esempio, può dirsi praticamente in Brasile, dopo il 6-1 rifilato al malcapitato Egitto. Traguardo vicino anche per altre due big africane come la Nigeria, vittoriosa per 2-1 sul campo dell’Etiopia, e la Costa d’Avorio, che si è imposta in casa per 3-1 sul Senegal. Tutto aperto, invece, per ciò che riguarda le altre due gare: Tunisia-Camerun (and. 0-0) e Burkina Faso-Algeria (and. 3-2).

Qualificate: -

Playoff (gare di andata): Ghana-Egitto 6-1, Etiopia-Nigeria 1-2, Costa d’Avorio-Senegal 3-1, Tunisia-Camerun 0-0, Burkina Faso-Algeria 3-2

ASIA

Giochi chiusi da tempo, si attende soltanto l’esito dello spareggio transcontinentale tra Giordania, vittoriosa nel dentro-o-fuori di settembre contro l’Uzbekistan, e l’Uruguay.

Qualificate: Giappone, Australia

Playoff: Giordania (contro l’Uruguay)