Una volta, in amichevole, li battevamo sempre, ora non più. E l’ultima vittoria italiana in un confronto diretto ufficiale – il famoso 3-2 del Sarrià con tripletta di Paolo Rossi – ha ormai più di 30 anni.

Italia-Brasile, che si gioca sul neutro di Ginevra, tiene banco come gara di cartello della settimana internazionale.

E’ quindi dal lontano 1982 che gli azzurri non riescono a mettere al tappeto la Seleçao: da allora, due sconfitte ed altrettanti pareggi, anche se uno, la finalissima di Usa ’94, sfociato in ko ai rigori.

Una tendenza negativa che sta che ci ha fatto in svantaggio nel bilancio complessivo delle sfide: su 13 partite, 5 vittorie nostre, contro 6 sconfitte e 2 pareggi, tra cui, appunto, lo 0-0 di Pasadena (2-3 dopo i rigori).

Lo scrigno dei ricordi porta in dote moltissime curiosità: si va dalla rete di Pepin Meazza su rigore nel 1938, con mano a reggere calzoncini, che avevano perso l’elastico, fino allo stacco di testa di Pelé nel 1970, tra l’altro l’unica rete segnata da O’Rey alla nostra nazionale.

Un’altra curiosità è quella delle autoreti: ne abbiamo avute due a favore (De Sordi nel 1956, Aldair nel 1997), due contro (Lombardo nel 1997, Dossena nell’ultima sfida, quella del 2009 in Sudafrica), ma anche una delle reti brasileire del 1982, quella di Falcao, se si va a vedere al ralenty l’azione, fotogramma per fotogramma, come rivelò Dino Zoff a sfide molti anni dopo, è un’autorete di Bergomi.

Contro i sudamericani hanno debuttato giocatori importanti come Sandrino Mazzola (nel ’63 a San Siro, segnando una rete), Pippo Inzaghi (nel 1997) e sono andati in rete più di una volta – oltre ovviamente a Paolo Rossi solo due italiani, “Pecos Bill” Virgili e Fabio Capello.

Non è la prima delle 14 gare in campo neutro: prima della gara che vedremo giovedì a Ginevra, si è giocato a Marsiglia (1938), Città del Messico (1970), New Haven (1976), Buenos Aires (1978), Barcellona (1982), Los Angeles (1994), Montpellier (1997) e Pretoria (2009).

Solo tre volte in Italia (Milano, Roma e Bologna), una in Brasile (Rio de Janeiro): l’Italia ha giocato i mondiali brasiliani del 1950 senza affrontare i padroni di casa e lo stesso è accaduto ai verde-oro a Italia ’90.

Dopo quella di giovedì, Italia e Brasile si affronteranno di nuovo il 22 giugno a Salvador de Bahia, nell’ambito della Confederations Cup. Le due nazionali più titolate al mondo (5 successi mondiali il Brasile, 4 l’Italia) sono nel girone A con Giappone e Messico.

Foto: Infophoto.

41 BRASILIANI IN SERIE A

I 13 PRECEDENTI:

16.6.1938 (Marsiglia, Mondiali, fase finale): Italia-Brasile 2-1 (55′ Colaussi, 60′ Meazza rigore, 87′ Pellicciari-B)

25.4.1956 (Milano): Italia-Brasile 3-0 (13′ e 62′ Virgili, 76′ De Sordi autorete)

1.7.1956 (Rio de Janeiro): Brasile-Italia 2-0 (29′ Ferreira, 75′ Canario)

12.5.1963 (Milano): Italia-Brasile 3-0 (35′ Sormani, 39′ A.Mazzola rigore, 76′ Bulgarelli)

21.6.1970 (Città del Messico, finale Mondiali): Brasile-Italia 4-1 (18′ Pelé-B, 37′ Boninsegna, 66′ Gerson-B, 71′ Jairzinho-B, 86′ Carlos Alberto-B)

9.6.1973 (Roma): Italia-Brasile 2-0 (16′ Riva, 76′ Capello)

31.5.1976 (New Haven): Brasile-Italia 4-1 (2′ Capello, 29′ e 52′ Gil-B, 73′ Zico-B, 75′ Roberto Dinamite-B).

24.6.1978 (Buenos Aires, finale 3° posto Mondiali): Brasile-Italia 2-1 (38′ Causio, 64′ Nelsinho-B, 71′ Dirceu)

5.7.1982 (Barcellona, fase finale Mondiali): Italia-Brasile 3-2 (5′, 25′ e 74′ Paolo Rossi, 12′ Socrates-B, 66′ Falcao-B)

14.10.1989 (Bologna): Italia-Brasile 0-1 (77′ Andre Cruz)

17.7.1994 (Los Angeles, finale Mondiali): Brasile-Italia 0-0 dts (3-2 ai rigori)

8.6.1997 (Montpellier): Italia-Brasile 3-3 (6′ e 61′ rigore Del Piero, 23′ Aldair autorete, 35′ Lombardo autorete-B, 72′ Ronaldo, 84′ Romario)

21.6.2009 (Pretoria): Brasile-Italia 3-0 (37′ e 44′ Luis Fabiano, 45′ Dossena autorete)