Posticipo della sesta giornata di Serie A. Il Napoli affronta al San Paolo il Torino di mister Ventura. Rafa Benitez ha evitato la consueta conferenza stampa della vigilia del match, preferendo rilasciare alcune dichiarazioni all’emittente radiofonica ufficiale del club partenopeo.

«L’avversario è delicato. La gara dovrà essere affrontata con alta concentrazione. Si dovrà giocare con intelligenza, non solo con il cuore». E proprio questo è stato principalmente demarcato dal tecnico spagnolo. Una partita, quella con la compagine piemontese, che può consolidare la striscia di vittorie consecutive conquistate dal gruppo campano in un periodo abbastanza negativo.

I precedenti tra le due squadre sono favorevoli agli azzurri: 69 partite delle quali 62 nella massima serie, 2 in B e 5 in Coppa Italia. Sono 25 le vittorie dei partenopei, 31 i pareggi e 13 i trionfi del Torino. Sono 93 i gol del Napoli, 65 quelli dei granata. L’ultima vittoria del Torino risale al 17 maggio 2009 per il risultato di 1-2 con gol di Pià, Bianchi e Rosina. L’ultima dei partenopei è più recente: 27 ottobre 2013, 2-0 con reti di Higuain su rigore.

La gara, in programma alle ore 20,45, sarà diretta da Davide Massa di Imperia, che ha tre precedenti con il Napoli terminati con tre vittorie da parte degli azzurri, e sarà visibile in tv su Sky Calcio 3 HD e Premium Calcio 2.

NAPOLI – Si sono ripresi tutti tra le fila partenopee, eccetto Jorginho che accusa una contrattura muscolare. Si è ripreso anche Giandomenico Mesto, tornato in campo in Europa League dopo molto tempo. Si prevede il consueto 4-2-3-1 con Rafael tra i pali ed una linea difensiva formata da Albiol e Koulibaly centrali. I dubbi permangono sugli esterni difensivi: Benitez potrebbe concedere un turno di riposo a Maggio ed inserire Zuniga a destra e Ghoulam a sinistra, o anche usufruire ancora del buon Christian a destra con Zuniga a sinistra. A centrocampo dovrebbe rivedersi la coppia Inler-Gargano, anche se Lopez si gioca buon chance di partire dal primo minuto. In attacco Callejon, Hamsik e ballottaggio tra Insigne e Mertens. Higuain riprende il posto di prima punta.

TORINO – Ventura dovrà fare a meno di Farnerud, Basha, Barreto e Nocerino. Anche Bovo non ci sarà per un problema muscolare. Un 3-5-2 dovrebbe essere il modulo in campo, Jansson potrebbe essere schierato al posto di Maksimovic, salvo inserirlo centrale e far accomodare Glik in panchina. Anche Moretti in linea difensiva e il ballottaggio tra Gillet e Padelli in porta. A centrocampo Gazzi, Vives e Sanchez Mino centrali, Molinaro (leggermente favorito su Peres) e Darmian sulle fasce. In attacco Quagliarella con El Kaddouri in supporto.

Napoli (4-2-3-1): Rafael, Maggio, Albiol, Koulibaly, Zuniga, Gargano, Inler, Callejon, Hamsik, Insigne, Higuain. All. Benitez

Torino (3-5-2): Gillet, Maksimovic, Jansson, Moretti, Darmian, Gazzi, Vives, Sanchez Mino, Molinaro, El Kaddouri, Quagliarella. All. Ventura

(immagine di copertina e fotogallery by Infophoto)