Basta con il “ciuccio”.

Il monito è chiaro, la richiesta pure.

Il gruppo dei ‘Neoborbonici attivisti’ (da non confondersi con il Movimento Neoborbonico) si è rivolto al presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, avanzandogli la proposta di eliminare il somarello quale simbolo della squadra partenopea e di sostituirlo con il cavallo rampante, antico simbolo del capoluogo campano e  della società nel 1926, anno di nascita dell’Associazione Calcio Napoli.

Secondo quanto riporta l’Ansa, la questione sembra essere stata presa anche con una certa serietà se si considera che è stata fissata per la giornata di domani, alle ore 16,00, una riunione a Torre del Greco al fine di discutere della cosa.

Il motivo di tutto ciò scaturirebbe dall’esigenza di adeguare il simbolo agli attuali ed alti livelli raggiunti negli anni dalla compagine e di eliminare  l’accostamento “cavallo-somaro” scritto da un cronista riguardo la deludente partenza dei partenopei nel loro primo anno di vita (retrocessione in B ed un fortunoso ripescaggio), accostamento poi protrattosi nel tempo.

Una proposta che ha sollevato già molte proteste e pochi consensi da parte dei sostenitori azzurri.

Le novità non sembrano però finire qui.

Nel prossimo campionato il Napoli potrebbe cambiare il secondo sponsor tecnico, ovvero la MSC Crociere, che quindi non apparirebbe più sulle magliette indossate dai giocatori azzurri.

(foto by Infophoto)