L’agente di Kalidou Koulibaly, Bruno Satin, non usa mezzi termini e afferma nel modo più chiaro possibile che il suo assistito non ha alcuna intenzione di rinnovare con il Napoli: «Parliamoci chiaro, sono stato sabato scorso a Dimaro, abbiamo fatto il punto sulla situazione, che è stata abbastanza tesa in questi ultimi tempi: non mi risulta che siamo ad un punto di accordo, forse i dirigenti hanno capito così, ma la voglia del giocatore è ancora quella di andar via, non di rinnovare». Satin smentisce dunque le voci che volevano il difensore vicino al rinnovo dopo l’incontro, nei giorni scorsi, con il presidente De Laurentiis a Dimaro, sede del ritiro azzurro per la preparazione pre-campionato.

L’agente del giocatore francese ha poi spiegato meglio il concetto ai microfoni di Radio Crc: «I segnali da parte del club non sono una motivazione per il ragazzo – continua Satin -, ci dicono che è un grande giocatore ma dall’offerta non si vede. Già l’anno scorso volevano mandarci via, dicevano che non era concentrato, poi però con la scorsa stagione ha dimostrato tutte le sue qualità. Il ragazzo potrebbe decidere di restare un anno inserendo nel contratto una clausola, non alta come quella del Pipita, ancora non si capisce se abbia fatto un affare il Napoli o un affare la Juve, certo per i tifosi è una bella delusione». Nessuno spazio a fraintendimenti, dunque: il giocatore vuole andare via, al massimo potrebbe rimanere un anno a patto che venga inserita una clausola.

Le parole di Bruno Satin sono affilate e colpiscono proprio in un momento di grande vulnerabilità per il Napoli, dopo quanto successo con il terremoto Higuain. A proposito di questo, l’agente di Koulibaly ci tiene a sottolineare una cosa: «Se il Napoli lo vuole tenere deve farci altre proposte, quello che posso dire è che per ora non ci sono margini per rinnovare, ai tifosi posso dire di stare tranquilli perché non andrà alla Juventus, non va a rinforzare la concorrenza. Il Chelsea e l’Everton sono ancora interessate, cercano un centrale di livello».