Napoli-Sassuolo 3-1, gli azzurri battono anche la squadra di Di Francesco e allungano sull’Inter, questo pomeriggio bloccata sull’1-1 in casa dell’Atalanta

Napoli-Sassuolo 3-1

“Sarà durissima” aveva avvertito Sarri. E dura è stat. Perché se il Sassuolo è così in alto in classifica non è certo un caso.

Due giri di lancette e gli ospiti sono già in vantaggio. Albiol abbocca alla finta di Sansone e lo stende in area di rigore. Giacomelli indica il dischetto. Dagli undici metri si presenta Falcinelli che non sbaglia.

Il Napoli ci mette un po’ per riprendersi, ingabbiato dal pressing altissimo e asfissiante dei neroverdi. Ci provano Higuain ed Insigne dalla distanza, ma è CAllejon, alla prima rete in campionato a regalare il pari al Napoli.

Hamsik per Insigne, cross sul primo palo che trova Callejon pronto alla deviazione vincente. E’ il minuto numero 18. Due minuti prima Di Francesco era stato costretto a sostituire Missiroli infortunato, surrogato da Pellegrini.

Il pari rinvigorisce gli azzurri. La parita è bella ed intensa, non c’è un attimo di tregua con squadre cortissime ed attente. Occasioni per Insigne ed Hamsik, con in mezzo la risposta di Sansone.

Sul finire del primo tempo il Napli passa. Higuain a sinistra crossa basso per l’accorrente Higuain che sottomisura porta in vantaggio gli azzurri.

Nella ripresa la partita non cala d’intensità, ma le occasioni latitano, grazie al gran pressing di entrambe le contendenti. Curioso l’episodio che vede protagonista Floro Flores: entrato a metà del secondo tempo e sostituito a sua volta dopo 15′ da Defrel.

Brivido nel finale per Sarri: cross di Sansone, testa di Pellegrini che prolunga e Falcinelli che non arriva alla deviazione a porta vuot adi pochissimo.

In pieno recupero il Napoli chiude i conti: Callejon serve Higuain che con un tiro rasoterra fa 3-1.