Tanto fumo per nulla.

Questa mattina Aurelio De Laurentiis, patron della SSC Napoli, aveva presenziato alla conferenza stampa di presentazione del ritiro partenopeo in Trentino per il 2014, tenutasi all’Hotel Vesuvio (leggi qui le sue dichiarazioni).

Presenti anche Maurizio Rossini, responsabile marketing Turismo Trentino, Attilio Gregori, Direttore Azienda per il Turismo della Val di Sole e Romedio Menghini, Sindaco di Dimaro.

Il presidente aveva elogiato la squadra azzurra per la bella vittoria conquistata contro la Juventus al San Paolo nel posticipo della 31esima giornata di campionato (per la cronaca della gara leggi qui) e aveva rinnovato il sodalizio con la Val di Sole per il ritiro estivo del gruppo.

Tuttavia il patron aveva anche aperto una finestra sul mercato e discusso del progetto mirato a portare gli azzurri ancora più in alto nei propri obiettivi.

Non poteva, dunque, non aprire una parentesi anche sul settore giovanile e sullo stadio.

A proposito di quest’ultimo aveva sentenziato contro il Comune di Napoli, ribadendo di dover porre fine ad una soap opera cominciata tanto tempo fa e che a tal fine avrebbe incontrato il sindaco del capoluogo campano, Luigi De Magistris, nel corso del pomeriggio.

Così non è stato, considerato che l’incontro tra le due parti è saltato.

De Magistris ha fatto sapere di non poter essere presente all’appuntamento per sopraggiunti impegni. De Laurentiis ha quindi incontrato il Capo di Gabinetto del Comune, Attilio Auricchio. Il confronto sarebbe stato di natura tecnica, al termine del quale ci si sarebbe accordati per una nuova riunione in data da definirsi.

Nessun accordo, la telenovela prosegue (per approfondimenti clicca qui).

(foto by Infophoto)