Questa sera allo stadio San Paolo si disputerà la gara Napoli-Roma, posticipo della 27esima giornata di serie A.

Il fischio d’inizio è fissato per le ore 20,45.

Il Napoli ha bisogno di riscattarsi dopo la pausa di Europa League e l’amaro pareggio in campionato con il Livorno (per approfondimenti clicca qui).

Sono 52 i punti dei partenopei, contro i 58 dei capitolini. Ben sei i punti di distacco tra le due compagini, entrambe alla ricerca del secondo posto.

La Roma ha una partita in meno, cosa peraltro ribadita da Garcia, tecnico dei giallorossi, in conferenza stampa. Benitez, allenatore dei campani (foto by Infophoto), fa orecchie da mercante e preferisce focalizzare l’attenzione solo sui suoi uomini (leggi qui gli ulteriori dettagli).

Determinazione e cattiveria agonistica saranno le chiavi di una gara che si preannuncia scoppiettante.

I precedenti tra le due squadre in terra campana sono 78 tra campionato e Coppa Italia: 33 vittorie dei padroni di casa, 22 pareggi e 23 degli ospiti. Sono 104 i goal del Napoli contro gli 82 della Roma. L’ultima vittoria dei capitolini risale al 18 dicembre 2011 per il risultato di 1-3, con autogol di De Sanctis e reti di Osvaldo, Simplicio ed Hamsik. L’ultimo trionfo dei partenopei risale invece al 6 gennaio 2013 per il risultato di 4-1, con tripletta di Cavani e reti di Osvaldo e Maggio.

In Coppa Italia è tutto più recente, con la splendida vittoria degli azzurri per il risultato di 3-0 e la conquista del pass per la finale della competizione.

Questa sera la gara sarà diretta da Rocchi, che ha ventidue precedenti con i padroni di casa dei quali venti in campionato e due in Coppa Italia: dieci vittorie, cinque pareggi e sette sconfitte per la squadra di Benitez.

Per l’occasione è stato potenziato il servizio metropolitano (per visualizzare gli ulteriori approfondimenti clicca qui). Il big match avrà copertura televisiva su territorio mondiale e sarà visibile su Sky Calcio e Mediaset Premium Calcio. Possibile anche lo streaming su Sky Go e Premium Play.

Benitez dovrebbe proporre la formazione che al momento gli dà maggiori certezze: spazio dunque a Reina tra i pali e ad una linea difensiva formata da Fernandez e Albiol centrali, Maggio e Ghoulam laterali. La coppia di centrocampo doveva essere Inler-Jorginho, ma sembra che l’italo-brasiliano risenta di un leggero stato influenzale: probabile quindi che si veda lo svizzero con Dzemaili. In attacco Callejon, Hamsik e Insigne (leggermente favorito in ballottaggio su Mertens) in supporto al ‘Pipita’ Gonzalo Higuain.

Garcia invece deve fare i conti con il mancato recupero di Totti e con l’assenza per squalifica di De Rossi. Il tecnico dovrebbe schierare i suoi uomini secondo il consueto 4-3-3 ma non è escluso un cambio di modulo (4-2-3-1) per sorprendere l’avversario. Davanti a De Sanctis dovrebbe vedersi un comparto arretrato composto da Maicon, Benatia, Castan e Torosidis. A centrocampo  Pjanic, Nainggolan e Strootman. In attacco Gervinho, Florenzi e Destro.

Napoli (4-2-3-1): Reina, Maggio, Fernandez, Albiol, Ghoulam, Inler, Dzemaili, Callejon, Hamsik, Insigne, Higuain

Roma (4-3-3): De Sanctis, Maicon, Benatia, Castan, Torosidis, Pjanic, Nainggolan, Strootman, Gervinho, Florenzi, Destro

A cura di Maria Grazia De Chiara