Questa sera il Napoli sarà impegnato nella semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la Roma (per il risultato della gara d’andata clicca qui). Il fischio d’inizio è previsto per le 20,45 allo stadio San Paolo (leggi qui le dichiarazioni di De Laurentiis sullo stadio). Il match si preannuncia spettacolare, un po’ per l’importanza dell’evento, un po’ per l’alto tasso qualitativo delle due compagini.

Il Napoli, dopo aver affrontato un periodo negativo fatto di punti lasciati per strada in campionato e prestazioni opache (per ulteriori approfondimenti clicca qui), sembra aver ritrovato la sua compattezza ed efficacia in fase offensiva. Migliorato anche il centrocampo, unica pecca resta il reparto arretrato per sua fortuna compensato dai palloni messi in rete dagli attaccanti partenopei. Cosa dire invece della Roma, che lotta in campionato per la qualificazione in Champions League, che occupa i primi posti della classifica e che nel morale, nella cattiveria e nella qualità dei suoi componenti è sicuramente una bestia difficile da abbattere, una corazzata difficile da scardinare.

Molto succulente le dichiarazioni al vetriolo rilasciate dai tecnici delle due contendenti la finale. In conferenza stampa, entrambi si sono “pizzicati” ribadendo la voglia di vittoria e il grande impegno per raggiungere l’obiettivo. Peccato che però ci sia ben poco equilibrio nei precedenti delle due squadre in questa competizione, rispetto al contenuto delle parole espresse dai loro leader.

A Napoli i partenopei hanno incontrato i capitolini nove volte per un pareggio, due vittorie dei padroni di casa e ben sei della squadra ospite. Sono nove i goal del Napoli contro i sedici della Roma. L’ultima vittoria degli azzurri risale al 4 dicembre 1991 per il risultato di 3-2 con doppietta di Rizzitelli e reti di Pusceddu, Careca e Zola. L’ultima vittoria dei giallorossi risale, invece, all’8 dicembre 2005 per il risultato di 3-0 con goal di Aquilani, Nonda e Okaka. Questa sera il direttore di gara sarà Rocchi di Firenze, che ha diretto il Napoli solo una volta in Coppa Italia (il 23 agosto 2006 contro l’Ascoli, partita terminata con la vittoria degli azzurri per il risultato di 1-0).

Benitez (foto by Infophoto), in vista dell’impegno di campionato con il Sassuolo che non vedrà la presenza di Callejon perché squalificato, rilancia l’ex Real Madrid dal primo minuto. Il suo 4-2-3-1 dovrebbe essere formato da Reina tra i pali ed una linea difensiva composta da Maggio e Ghoulam (in ballottaggio con Reveillere) esterni, Fernandez e Albiol centrali. Anche Jorginho e Inler non saranno presenti nel prossimo turno di campionato per squalifica, dunque dovrebbero partire titolari questa sera. Callejon farà parte dell’attacco con Mertens e Hamsik alle spalle di Gonzalo Higuain.

Garcia ha qualche dubbio. Benatia e Maicon non sono al meglio, ma il tecnico pensa di schierarli ugualmente nel suo 4-3-3 con Castan e Torosidis. A centrocampo dovrebbero esserci De Rossi, Pjanic e Strootman. In attacco uno tra Florenzi e Ljajic, Destro e Gervinho.

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Ghoulam; Inler, Jorginho; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain. All. Benitez

Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Castan, Benatia, Torosids; Strootman, De Rossi, Pjanic; Ljajic, Destro, Gervinho. All. Garcia

A cura di Maria Grazia De Chiara