Se il 2012 si era concluso nei migliori dei modi per la Roma, con le quattro sberle rifilate al Milan e, soprattutto, l’annuncio della gestazione del nuovo stadio di proprietà, il 2013 rischia di partire con il piede sbagliato. Non solo la squadra di Zeman è chiamata ad affrontare, nel primo match del nuovo anno, il Napoli al San Paolo, ma rischia di farlo con l’attacco decimato. Francesco Totti è uscito anzitempo dall’allenamento, a causa di un risentimento ai flessori, e potrebbe disertare il big match; dovrebbe farcela, invece, Daniele De Rossi, anche se continua a svolgere lavoro differenziato.

Tuttavia, il caso più spinoso riguarda Osvaldo. L’attaccante giallorosso (foto by InfoPhoto) si trova tuttora a casa sua, a Buenos Aires – ed è strano dirlo di uno che gioca per la nazionale italiana: non ha raggiunto i compagni, che si trovavano in ritiro a Orlando, Florida, a causa di un virus gastrointestinale che lo ha costretto a letto per tutto il periodo delle feste, e con ogni probabilità farà ritorno a Roma dopo di loro, cioè venerdì pomeriggio. Zeman e i dirigenti giallorossi sono imbufaliti e l’attaccante rischia di rimanere fuori per punizione. In ogni caso, anche se la Roma decidesse di optare per la mano leggera, difficile che Zeman punti su un giocatore che non si allena dal 21 dicembre.

Secondo Sky, la crisetta tra il Johnny Depp de noartri e la Roma potrebbe favorire l’inserimento del Milan, forte degli imminenti 15 milioni di euro che domani il Corinthians gli verserà per l’acquisto di Pato. Al momento, tuttavia, la pista non sembra di quelle facilmente percorribili.