Terzo giorno di preparazione a Dimaro per gli azzurri. In mattinata il gruppo ha svolto una fase di allenamento tecnico tattico per poi essere diviso in due sezioni al fine di svolgere uno specifico lavoro sulla fase difensiva e offensiva. Anche Albiol è arrivato in Trentino e, come da programma, ha effettuato alcuni test atletici. Al termine i campani sono stati impegnati in una partitella che si è conclusa con le reti di Duvan, Insigne e Dumitru.

La giornata però non è finita qui  in quanto Colombo, Mesto, Jorginho e Duvan Zapata hanno voluto abbracciare i tifosi sul palco di Dimaro, rispondendo a varie domande postegli dagli stessi.

«Sono felice di essere qui, ho esperienza e la fortuna di avere al fianco fortissimi portieri – ha detto ColomboNella scorsa stagione Pepe Reina ha fatto cose straordinarie ed ora c’è Rafael, un portiere di grandissima qualità. Io sono a disposizione del gruppo, sono convinto che questa può essere una stagione molto importante. Essere al Napoli per me è una grandissima gratificazione».

«Sono contento di essere un giocatore del Napoli e dopo aver acquisito un anno di esperienza confido in una stagione ancora più bella. Non esulto? Perché sono un tipo tranquillo», le parole di Duvan Zapata.

Giandomenico Mesto: «Lo scorso anno ho avuto l’infortunio più grande della mia carriera ma mi è servito per fortificarmi. Adesso sono carico e pronto a dare il massimo, ringrazio il Napoli e il suo staff per il sostegno datomi. Benitez ha quella marcia in più che ti permette di avere una grande mentalità, lui ha carisma internazionale. C’è impegno ed armonia, il mister lo scorso anno ha dimostrato di voler puntare su tutta la rosa e questo non solo ci fa sentire importanti ma ci spinge anche a migliorarci. Per quanto riguarda le nostre avversarie, Juventus e Roma, siamo in costante crescita e possiamo puntare al vertice».

Jorginho invece ha ribadito: «Ringrazio la squadra e Benitez per il mio primo anno al Napoli. Dopo la buona stagione passata possiamo fare ancora meglio, abbiamo grandi motivazioni e vogliamo dimostrarlo. Il Presidente ha blindato i nostri giocatori più importanti e questo ci dà ancora più forza. Le squadre più pronte al momento sono Juventus e Roma, ma noi pensiamo a crescere. Ho avuto tanta fiducia, adesso voglio ripagarla».

Molto simpatico anche l’ingresso a sorpresa di Marek Hamsik per un saluto. Il centrocampista ha demarcato il suo impegno e quello  dei compagni per fare una grande stagione.

(immagine di copertina by Photopin, fotogallery by Infophoto)