Anthony Reveillere, svincolato dal Lione, arriva a Napoli per ovviare agli infortuni di Mesto e Zuniga.

Terzino che può giocare sia a destra che a sinistra, ritrova il suo ex mister ai tempi del Valencia, Rafa Benitez, firmando un contratto che lo lega al club partenopeo fino a giugno.

Oggi il calciatore ha voluto rilasciare alcune dichiarazioni a Radio Crc, soffermandosi sulla sua esperienza in maglia azzurra ormai giunta al termine.

“La città è incredibile, abbiamo disputato una bella stagione. Sono stato contento della chiamata del Napoli e di aver indossato questa maglia. I tifosi sono incredibili, mi avrebbe fatto piacere restare ma so che purtroppo questa esperienza è finita. La mia famiglia si è trovata bene, ho conosciuto tante persone che poi sono diventate amici. Sono arrivato in squadra perché c’erano stati degli infortuni nel mio ruolo, ora mi auguro di trovare presto un’altra compagine, magari anche italiana perché il campionato mi è piaciuto molto.

Non avrei mai lasciato questa città, ma non dipende da me. Ringrazio Benitez, Bigon e De Laurentiis. Ringrazio i  tifosi  per tutto quello che mi hanno dato in questi mesi, sono fantastici.

Inizialmente è stato difficile, ma poi ho dato tutto per questa maglia.

Per me la partita più bella è stata quella con la Fiorentina. E’ stata un’emozione unica vincere la Coppa Italia. Mi è piaciuta anche quella della vittoria con la Juventus.

Quanto al mercato del Napoli, ho parlato con Gonalons. Lui mi ha chiesto della città ed io non potevo che parlargli bene. Era difficile vestisse i colori azzurri già a gennaio, a giugno non so cosa accadrà. Bigon farà sicuramente bene e a lui consiglio Gomis, un giocatore fisico, presente su ogni pallone e con più esperienza di Zapata.

Il club farà un ottimo lavoro e gli auguro di vincere lo scudetto nel prossimo anno. Ormai sono un tifoso di questa squadra”.

(foto by Infophoto)