Alta tensione tra Pepe Reina ed il Napoli. Il portiere spagnolo, secondo quanto riporta Sport Mediaset, ha rifiutato il rinnovo biennale avanzato dal club azzurro, contropronendo un triennale a tremilioni e mezzo astagione, cifre su cui De LAurentiis e Giuntoli hanno deciso di non trattare.

Reina si è legata al dito la battutaccia del presidente nel corso della cena di fine stagione, con la quale è stato accusato di lasciarsi troppo andare a distrazioni extracampo, e non ha intenzione di recedere dalle sue richieste.

A questo punto De Laurentiis ha intenzione di non lasciare andare il portiere, inchiodandolo al suo contratto pur consapevole di perderlo a costo zero l’anno prossimo. Il Napoli, infatti, lascerebbe partire l’ex Liverpool solo se arrivasse una richiesta non inferiore ai 5 milioni. Sul calciatore sarebbe vigile il Newcastle di Benitez.

Ma a questo punto la sensazione è che tra le parti si andrà ad un muro contro muro dal quale difficilmente si uscirà con una soluzione pacifica. Reina potrebbe dunque restare, ma con un muso lungo così.

Né sembrano aver migliorato la situazione le parole di De Laurentiis in occasione della manifestazione Football Leader. “Reina ha un contratto in essere ed è valido a tutti gli effetti. E’ chiaro che vogliamo cautelarci con un altro portiere in grado di difendere la nostra porta per altri dieci anni…”.

Giuntoli sarebbe vicino a Neto, difficilmente riuscirà ad arrivare a Meret per il quale l’Udinese chiede 20 milioni di euro. Ecco perché il club prtenopeo ha deciso di virare su un acquisto di minor spessore, ma anche di costo inferiore.