Un clamoroso colpo di Aurelio De Laurentiis. No, non si tratta di un investimento di mercato come sperano i tifosi, ma di una incredibile impresa: quella di arrivare ai ferri corti con uno dei leader del Napoli, Pepe Reina, proprio nel giorno della festa di fine stagione del club.

Secondo quanto riferito da La Gazzetta dello Sport, nel corso dell’appuntamento mondano tenuto a Villa D’Angelo, dove erano presenti calciatori e consorti, De Laurentiis ha preso il microfono in mano, chiamando vicino a sé i vari membri della rosa, a ciascuno dei quali ha dedicato una battutina.

Pesante, stando ad alcune testimonianze, quella dedicata al portiere spagnolo, al quale sarebbero state imputate alcune prestazioni insufficienti e distrazioni extra calcistiche con riferimenti alla sfera intima del calciatore.

Reina e la consorte, indispettiti, sono rimasti al proprio posto quasi fino alla fine della cena, ma poche ore dopo hanno riversato la propria rabbia e frustrazione sui social.

“La vera eleganza è restare indifferenti di fronte a chi vale poco”, l’uscita di Reina su Twitter, “Quando chi governa perde la vergogna, gli obbedienti perdono il rispetto”, l’aforisma di Georg Lichtenberg pubblicato da Yolanda, moglie del portiere, su Instagram.

Una stilettata, quella della signora Reina, che ha fra l’altro accolto anche il consenso di Marta, moglie di Callejon. “Hai colto nel segno”. Sintomo del fatto che lo show presidenziale ha fatto storcere il muso a parecchi membri dello spogliatoio partenopeo. La permanenza dell’iberico alle falde del Vesuvio, intanto, è sempre più in bilico. Giuntoli si guarda intorno: Skorupski potrebbe essere il nuovo guardiano della porta azzurra.