Il palcoscenico dei grandi spettacoli.

Questa sera il San Paolo sarà gremito e pronto ad accogliere Napoli e Porto per un match da vivere con la massima attenzione.

Ottavi di finale di Europa League. Novanta e forse più minuti per contendersi la posta in palio: il proseguimento del cammino in una competizione che sembra pian piano riprendere la sua importanza.

Rafa Benitez, tecnico dei partenopei, è fiducioso sull’atteggiamento che metteranno in campo i suoi uomini (per le sue dichiarazioni clicca qui).

Behrami fa da eco al mister, ma anche tra le fila del Porto si respira un certo ottimismo e una grande carica (Castro e Defour – tecnico e centrocampista – in conferenza stampa sono stati chiari: la squadra portoghese può vincere l’Europa League).

Intanto la compagine di Benitez deve cercare di recuperare la sconfitta per 1-0 subita in Portogallo (leggi qui la cronaca della gara): un risultato facilmente recuperabile ma da prendere comunque con le molle.

La qualificazione è incerta,  con un Porto abituato alle grandi sfide europee ma calato in prestazione rispetto agli ultimi anni.

Il fischio d’inizio è previsto per le 21,05. La direzione sarà ad opera dell’arbitro inglese Atkinson. Potenziato anche il servizio metropolitano, con Trenitalia che farà circolare treni della Linea 2 oltre il consueto orario di termine del servizio per consentire il completo deflusso dei tifosi.

La fermata di Piazza Leopardi sarà chiusa dalle ore 22,30. Non sono previste corse supplementari in direzione Pozzuoli, mentre  corse straordinarie partiranno dalla stazione Campi Flegrei verso Piazza Garibaldi/Gianturco a intervalli di circa 10 minuti.

La gara sarà visibile in chiaro in tv su Canale 5, a pagamento su Sky Calcio 2 HD e Mediaset Premium Calcio HD.

Benitez (foto by Infophoto) vuole mettere in campo la sua formazione migliore, dunque difficile che provveda ad un turn over nella gara di questa sera. Modulo inalterato: 4-2-3-1 con Reina tra i pali ed una linea difensiva formata da Fernandez e Albiol centrali, Ghoulam e Reveillere laterali. A centrocampo dovrebbe vedersi la coppia Inler-Behrami, mentre in attacco spazio a Callejon, Hamsik e Insigne (quest’ultimo in ballottaggio con Mertens) in supporto a Gonzalo Higuain. Due dubbi verranno sciolti stasera: Henrique in difesa al posto di Reveillere e ipotesi Callejon e Hamsik in panchina.

Rispetto all’andata, Castro non potrà contare su Helton infortunato (per approfondimenti clicca qui). E’ Fabiano il candidato a difendere la porta portoghese mentre in linea difensiva dovrebbero esserci Danilo e Reyes laterali, Mangala e Maicon (quest’ultimo non al meglio ma comunque in campo) centrali. Centrocampo con Fernando, Defour ed Eduardo, in attacco Quaresma e Varela con spazio a Jackson Martinez.

Napoli (4-2-3-1): Reina, Reveillere, Fernandez, Albiol, Ghoulam, Inler, Behrami, Callejon, Hamsik, Insigne, Higuain. All. Benitez

Porto (4-3-3): Fabiano, Danilo, Mangala, Maicon, Reyes, Fernando, Defour, Eduardo, Quaresma, Martinez, Varela. All. Castro