Tra i risultati del giovedì di Europa League spicca, in senso negativo, il pesante ko casalingo del Napoli di Cavani contro i non certo irresistibili cechi del Viktoria Pilzen.

Lo scarto di tre reti (0-3) è il peggiore della storia dei partenopei nelle coppe continentali. Per tre volte gli azzurri avevano perso a domicilio con due reti di scarto: con Banik Ostrava (0-2 in Coppa Uefa il 27 novembre 1974), Paris Saint Germain (0-2 in Coppa Uefa, 21 ottobre 1992, doppietta di George Weah) e Psv Eindhoven (1-3 lo scorso 6 dicembre in Europa League).

La batosta più larga in assoluto rimane lo 0-5 di Edimburgo, in casa dell’Hibernian, in Coppa delle Fiere il 29 novembre 1967.

In campionato abbiamo un 1-6 interno con il Bologna nella stagione 1929-30) e un clamoroso 1-11 patito ad Alessandria nel 1927-28.

I tre rigori assegnati contro la Lazio nella stessa gara (uno sbagliato) non costituiscono un primato assoluto, per quanto si tratti di un caso animalo. In Serie A è successo che ad una squadra ne sono stati dati addirittura quattro: il primo caso è di Inter-Verona 2-0 del 1991-92 (arbitro Pezzella); il secondo in Piacenza-Bologna 5-0 del 1998-99, arbitro Bolognino. Nella gara di san Siro ne furono sbagliati due, in quella di Piacenza, uno.

L’unico giocatore in A capace di realizzare tre rigori nella stessa partita è il napoletano José Altafini in Spal-napoli 1-4 del 5 febbraio 1967.

Foto: Infophoto.