Oggi è stato il giorno dell’ufficialità di Gonzalo Higuain alla Juventus e – comprensibilmente – a Napoli non si parla d’altro. I tifosi sono delusi dal comportamento dell’attaccante argentino e nelle radio locali ovviamente questa è stata la notizia che ha tenuto banco per tutta la giornata (ma siamo pronti a scommettere che se ne parlerà ancora per settimane).

Radio Marte ha intervistato, nel corso della trasmissione Marte Sport Live, l’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco, che interpellato sull’argomento del giorno, ha espresso la sua opinione: «Dispiace per quello che è successo, buona parte dei successi del Napoli era Higuain. A questo punto, la strategia aziendale è una, non quello di essere competitivo ai massimo livelli ma fare buone cose. Reinvestire le entrate, però questo significa avere le idee chiare ed avere un’organizzazione di base. La valutazione di Icardi? Ma non scherziamo, 70 milioni, ma nemmeno 60 o 50, queste sono le mosse dei disperati. Gonzalo Higuain per 94 milioni è un affare, ma adesso sono con l’acqua alla gola, e gli avversari possono giocare su questa cosa sapendo che tu hai in tasca grandi soldi. Chiunque si andrà a prendere sarà sopravalutato e massacreranno il club. La gente di Napoli si scordi di essere competitiva ai massimi livelli, la politica aziendale non è questa. Ora si è accodato anche Koulibaly, il giocatore che vuole vincere capisce che a Napoli non lo può fare». Parole molto dure da parte di Lomonaco, per cui ci aspettiamo una replica da parte del Napoli.